Cosa fare in caso di furto del cellulare

Una delle accortezze che tutti i possessori di cellulare dovrebbero sempre avere è quella di prendere nota del codice IMEI, di che cosa si tratta? E’ un codice identificativo che si trova nella parte posteriore del cellulare.
Per trovarlo basta togliere il coperchio di protezione dell’alloggiamento in cui si trova la batteria, solitamente lo si trova in una piccola etichetta autoadesiva dove è stampato il codice a barre e il nome del modello.
Non si può sbagliare in quanto troviamo la scritta IMEI a cui segue una serie di 15 numeri, questo codice lo possiamo definire una sorta di DNA del cellulare, ogni telefono ha il suo indipendentemente dal modello.

Una volta che abbiamo preso nota di questo codice, conserviamolo in modo da poterlo ritrovare facilmente perchè ci può tornare utile non solo in caso di furto, ma anche di smarrimento.

Nel caso in cui dovessimo essere vittime di un furto, la prima cosa che dobbiamo fare è di sporgere denuncia presso una stazione dei Carabinieri o presso un Commissariato di PS.
Possiamo recarci personalmente o sporgere una denuncia on line, in questo caso avremo accesso al sito previa identificazione, ci verranno infatti richiesti gli estremi di un documento d’identità.

Una volta che siamo in possesso della denuncia, dobbiamo immediatamente bloccare anche la carta SIM; tale accortezza è necessaria per evitare un uso fraudolento del nostro numero di telefono che potrebbe essere utilizzato anche per compiere attività criminose.

Per disabilitare la SIM possiamo rivolgerci telefonicamente al Gestore con il quale abbiamo il contratto o recarci presso un negozio ufficiale con la denuncia di furto.
La SIM verrà disabilitata, ma conserveremo il nostro numero di telefono che sarà trasferito su una nuova SIM, non è necessario telefonare al produttore del telefono, tutta la procedura è attivata dal Gestore.
Per esempio se abbiamo un Nokia in cui è inserita una scheda SIM della Wind, sarà sufficiente chiamare il 158 e chiedere che la carta SIM venga disabilita, lo stesso Gestore penserà ad inserire il nostro cellulare in una black list che impedirà qualsiasi futuro utilizzo, quando chiameremo il call center ci verranno chiesti quattro numeri di telefono di solito da noi utilizzati e che permetteranno di stabilire che quello è il cellulare che usiamo con più frequenza.

Speranze di trovare il telefono? Nessuna, alla nostra denuncia non seguirà nessuna indagine, ma disabilitare telefono e Sim è necessario per evitare che qualche malintenzionato possa usare la nostra utenza per finalità fraudolente.

L’unica soddisfazione che possiamo avere è quella di impedire che altri possano usare il nostro cellulare.

Oltre a prendere nota del codice IMEI, una buona accortezza è quella di effettuare un backup dei dati memorizzati, spesso gli utenti registrano nominativi, numeri di telefono e dati sensibili nel cellulare non preoccupandosi di annotarli su supporto cartaceo.
Ciò può costituire un grave danno non monetizzabile, che può esporre a dei rischi anche i nostri conoscenti, naturalmente bisogna seguire questa accortezza prima e non dopo, in questo modo limiteremo parzialmente il danno subito.

PREZZO: Fare la denuncia non comporta alcun costo.

SVANTAGGI: Perdita definitiva del cellulare e spesso anche dei dati memorizzati.

VANTAGGI: Nessuno, ma la procedura esposta, se seguita, consente di evitare danni ulteriori.

furto cellulare

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>