Come conservare le spezie

Come devono essere conservate le spezie? La conservazione delle spezie sotto sale è una pratica che si tramanda da secoli. Ecco, dunque, cosa bisogna fare e quali sono i passi da seguire. Per prima cosa dobbiamo procurarci dei recipienti a chiusura ermetica, oltre che del sale non iodato. Le spezie e le eventuali erbe devono essere lavate con attenzione e poi asciugare con dei fogli di carta assorbente. Quindi vanno messe in mazzetti, legate con un cordino, e messe a seccare appese. Se possibile, è necessario ricorrere a un luogo asciutto e fresco, o in alternativa nei pressi di una fonte di calore, come per esempio una stufa. Una volta che le spezie sono seccate, si può procedere all’operazione di conserva vera e proprio. Sul fondo dei contenitori ermetici deve essere steso uno strato non troppo spesso di sale non iodato. Quindi mettiamo uno strato di foglie secche. A seconda dei gusti personali e dell’uso che abbiamo intenzione di fare esse possono essere lasciate intere oppure triturate.Ora non rimane che preparare numerosi strati, fino a quando il recipiente non sarà pieno fino all’orlo. Le spezie, così, andranno conservate in un luogo asciutto e fresco fino a quando non verranno utilizzate. Per poterle usare e adottare in cucina, sarà opportuno metterle a sciacquare sotto l’acqua, in maniera tale da ripulirle del sale in eccesso naturalmente nel caso di foglie intere -. Dopodiché esse potranno essere impiegate normalmente, come se fossero fresche. Alcune regole importanti per la conservazione delle spezie: ricordiamo come prima cosa che a circa sei mesi di distanza dalla raccolta esse perdono in maniera progressiva la maggior parte delle loro doti. Le spezie vanno tenute lontane da fonti di calore, e conservate in ogni occasione al riparo da umidità, aria e luce. È assolutamente sconsigliato, inoltre, conservarle nei vasetti di vetro o in sacchetti di plastica esposti alla luce. È importante, viceversa, ricorrere, come detto, a contenitori a chiusura ermetica, se possibile opachi. Per quanto riguarda la scelta dei prodotti, è preferibile selezionare sempre quelli derivanti da coltivazioni biologiche, in cui siano note la scadenza, le caratteristiche nutritive e la provenienza. Cerchiamo di prediligere, come sempre, i prodotti nazionali. Per far sì che il sapore delle spezie rimanga intatto, oltre ai contenitori ermetici potranno essere usati anche vasetti di ceramica o di legno. Allo scopo di mantenere integro il sapore, solitamente si raccomanda di tritare o spezzettare le spezie solo al momento di usarle. Come si può notare dall’analisi che abbiamo proposto, conservare le spezie in maniera corretta non è per nulla complicato. Tenendo presente che con il passare del tempo il loro sapore a mano a mano diventerà sempre meno intenso, cerchiamo di tenerle il più possibile lontane da fonti di calore, e di mantenerle in posti freschi e asciutti. L’ideale sarebbe mettere i vasetti in una normale credenza o in un cassetto normale, per poi tirarli fuori al momento di impiegarli per preparare o condire i nostri piatti e le nostre pietanze in cucina.

spezie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>