Come compilare il modello 17 cassa geometri

Come si deve compilare il modello 17 cassa geometri? Occorre in primo luogo mettere in evidenza che la comunicazione del reddito dall’anno scorso è stata integrata, e presuppone l’opportunità di effettuare la detrazione dagli affari imponibili delle fatture che riguardano le spese condivise da più professionisti in assenza di vincoli associativi, ai fini previdenziali, indicando espressamente i codici fiscali dei diversi professionisti a favore dei quali la fattura è stata emessa. Rispetto agli altri anni, invece, non cambia la parte che riguarda le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti minimi, come sono chiamati tutti quelli che hanno scelto un regime fiscale agevolato, con esenzione, per tassazione forfetaria al venti per cento, da Iva: il cosiddetto forfettone, che viene concesso in presenza di ricavi e compensi inferiori ai trentamila euro. I geometri cancellati lo scorso anno non devono presentare il modulo, e nel caso in cui si verificasse la necessità di cambiare gli importi che sono già stati dichiarati attraverso il modello 18 essi hanno la facoltà di farlo entro settembre. Gli importi, infatti, restano in ogni caso visibili ai diretti interessati. In questa eventualità, per altro, i conguagli contributivi, nel caso fossero previsti, dovranno essere richiesti dopo aver contattato il personale della Cassa. Chi si è cancellato nel corso dell’anno passato deve ottemperare l’invio del modulo 18 entro settembre. La Cassa in ogni caso acquisirà il dato riguardante il reddito eventualmente prodotto nel corso dell’anno di cancellazione, anche incrociando i dati con l’Agenzia delle Entrate: su questo reddito, ricordiamo, rimane l’obbligo di contribuzione del soggetto che è stato inserito a partire dal 2008. Sul sito della Cassa in ogni caso è presente il modello cartaceo, che può essere usato in via eccezionale nel caso in cui si sia impossibilitati a collegarsi a Internet. Esso deve essere spedito alla Cassa, anche nel caso in cui non ci sia reddito, attraverso raccomandata semplice, tenendo in considerazione in ogni caso che la dichiarazione sarà ritenuta non regolare, e pertanto comporterà l’applicazione di una sanzione fino a un massimo di quaranta euro. L’invio della dichiarazione dei redditi è possibile anche per gli eredi con modelli cartacei, che devono essere inviati con le medesime modalità: in questo caso non sono previste sanzioni. Sono queste, dunque, le informazioni principali di cui tenere conto a proposito della compilazione del modello 17, che per altro non comporta nemmeno la spedizione del bollettino di conto corrente postale. Solo ed esclusivamente attraverso Internet dovrà essere effettuata la comunicazione dei dati di reddito da spedire alla Cassa Italiana per la Previdenza e l’Assistenza Geometri. La compilazione del modello deve dunque avvenire secondo le norme che abbiamo appena avuto modo di indicare, sempre rispettando i tempi e le scadenze: con un occhio particolare al mese di settembre. Per tutte le informazioni aggiuntive, comunque, è possibile verificare tutto sul sito Internet della Cassa. La comunicazione tramite Internet non dipende da somme eccedenti eventuali che devono essere versate, visto che il Mav può essere pagato dopo.

cassageometri

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>