Come verificare le condizioni di autonomia del proprio notebook

Col passare del tempo si ha la sensazione che l’autonomia del proprio notebook sia meno estesa che agli inizi. È una pura impressione, quella che stiamo sperimentando, oppure è realtà e, quindi, dobbiamo iniziare a cercare una nuova batteria?

Vediamo come accertarcene con due pratici strumenti.

 

Istruzioni

  1. Il primo strumento è integrato in Windows ed è il "Powercfg". Apriamo il prompt dei comandi con privilegi amministrativi e, nella Shell di sistema, digitiamo la stringa, senza virgolette, "powercfg -energy".

  2. Premiamo "Invio" o "Enter" sulla tastiera ed attendiamo in media 60 secondi perché venga tracciato il comportamento del sistema in termini di efficienza energetica. Alla fine verrà presentato un rapporto con un tot di errori, avvisi e messaggi informativi. Per leggerne i dettagli, consultiamo via browser il file "energy-report.html" nella directory "%systemroot%\system32".

  3. Le voci "Capacità nominale e "Ultima carica completa" ci diranno dello stato di salute della nostra batteria: se coincidono, possiamo stare tranquilli. In caso contrario, un valore ridotto di milliwattora starà ad indicare una ridotta capacità di ricarica del nostro portatile.

  4. Per confermare il tutto, scarichiamo il programma portable "BatteryInfoView" (https://tinyurl.com/3tpek6c) e vediamo se i valori di "Full Charged Capacity" e "Current capacity Value" (gli stessi, con nomi diversi rilevati da Windows) coincidono. Se anche in questo caso il secondo valore è più basso, dobbiamo proprio prendere in considerazione una futura nuova batteria.

software-per-batterie-pc

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>