Come velocizzare la propria rete wi-fi

Quando la linea wireless non ha il segnale che vorremmo, non occorre chiamare tecnici specializzati, o dare di matto. Basta seguire alcuni piccoli suggerimenti e la ricezione internet senza fili avrà vistosi miglioramenti. Vediamo insieme come fare.

 

 

Istruzioni

  1. Prima di tutto, il posizionamento. Partendo dal presupposto che il segnale wireless si propaga in maniera circolare, la soluzione migliore è porre il router al centro della casa, in modo che tutte le stanze vengano in qualche modo equamente raggiunte. Ovviamente ogni appartamento fa storia a sè, soprattutto quando il segnale nel suo percorso deve vedersela con ostacoli architettonici come muri portanti, rampe di scale, o genericamente oggetti in metallo. Il vero ostacolo ad una copertura wireless eccellenti sono soprattutto questi ultimi.

  2. Altro ragionamento da fare, quello di focalizzare il segnale. A contrario di quanto si possa pensare, non è quasi mai possibile potenziare il segnale wireless. E quindi l’unica cosa da fare è direzionare il segnale in punti strategici, dove cioè utilizziamo maggiormente il nostro device, come la scrivania dello studio o il divano in sala da pranzo. E proprio gli oggetti in metallo che, spesso, rappresentano un ostacolo al Wi-Fi, possono rivelarsi utili in tal senso.

  3. L’ideale è, ad esempio, una lattina di birra. Dopo averne bevuto il contenuto, è sufficiente srotolarla completamente, tagliandola al centro. In questo modo si ottiene una sorta di parabola che dirige il segnale a seconda della posizione che gli impostiamo. Non dimenticare di lasciare una linguetta o un piccolo foro all’interno del quale fissare l’antenna del router.

  4. Discorso sicuramente più tecnico quello legato alla frequenza. La stragrande maggioranza dei modem wireless viaggia sugli standard 802.11, con una lunghezza d’onda sui 2,4 GHz. Il punto è che tale tipo di frequenza viene condivisa da altri oggetti comuni in casa, come il cordless, il forno a microonde, o qualsiasi oggetto connesso in Bluetooth. Questo "affollamento" non fa altro che intasare la linea wireless, deteriorandone il segnale. In questo caso le soluzioni sono due: se il nostro router è di costruzione recente, dovrebbe poterci fornire la possibilità di viaggiare sulla frequenza di 5 GHz, in modo da avere maggior velocità di propagazione. Se tale soluzione non fosse possibile, bisogna scegliere il canale giusto. La frequenza di 2,4 GHz, infatti, è stata suddivisa in tredici canali, alcuni dei quali, come il 9 e il 13, al riparo dalle interferenze. Si potrebbe scegliere a tavolino con il vicinato di avere ognuno un canale specifico, in modo da non pestarsi i piedi a vicenda.

  5. In ultima analisi, non dimenticare mai di aggiornare il firmware del router all’ultimo disponibile. In questo modo si avrà sempre un segnale al massimo delle proprie potenzialità.

it_photo_123376

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>