Come testare la propria connessione internet

Sia che si utilizzi internet in modo leggero (mail e web), o per compiti più impegnativi (streaming multimediali o telefonate VoIP), a tutti sarà capitato almeno una volta di aver da ridire sulla velocità della propria connessione. Una cosa, tuttavia, è la sensazione di “andar piano”, un’altra è, invece, l’avere uno scambio dati (upload/download) effettivamente scadente. In questa guida vedremo come “tastare il polso” alla nostra connessione domestica.

 

Istruzioni

  1. In genere gli operatori telefonici forniscono dei tool per lo "SpeedTest": preferiamo, tuttavia, soluzioni "indipendenti". Una di queste è il celebre "SpeedTest by Ookla" (http://www.speedtest.net/it/) che ricorda, nella grafica, il gioco per la dominazione del mondo visto sul grande schermo in "007, Mai dire mai".

  2. Per attivarlo basta solo avere l'ultimo flash player installato e cliccare su "Inizia test": verrà agganciato un server di test scelto a caso o su preferenza dell'utente, e si procederà ad una connessione verso quest'ultimo.

  3. I risultati della connessione mostreranno la velocità di download, di upload (in Mbps) e il valore di Ping (più è alto e più tempo è stato necessario a raggiungere il server). Già con questi valori possiamo farci un'idea della nostra linea.

  4. Molto utile, nel caso volessimo passare ad altri operatori, si rivela - invece - il test fornito dal portale comparativo "SosTariffe" (http://www.sostariffe.it/adsl/test-velocita/arz): indichiamo il nostro Comune e la velocità "nominale" che dovrebbe avere la nostra connessione. Ci verrà chiesto, per concludere, di indicare Cap, Mail e la spesa che sosteniamo mensilmente.

  5. Accettiamo le clausole relative alla privacy ed avviamo il test: ci verrà esibito un risultato indicativo, per la nostra spesa, della velocità di download e di upload esibite dalla nostra connessione internet. Assieme a questi dati, SoSTariffe ci indica anche una serie di alternative ritenute più convenienti a seconda del tipo di utenza (privata o business), del profilo di consumo, della tecnologia usata, della velocità di download e di upload desiderate etc.

  6. Se, infine, vogliamo un test che abbia valore legale, in modo da poter chiedere la recessione anticipata dal contratto adsl senza versare alcuna penale, dobbiamo fare ricorso al test "Ne.Me.Sys" (https://www.misurainternet.it/nemesys.php) realizzato dall'Autorità Garante per le Comunicazione (A.G.COM). Il test in questione si basa su un tool che, una volta, installato agisce in background per 3 giorni ed esegue una batteria di test ad orari diversi in modo da ottenere un risultato quanto più equilibrato ed insindacabile possibile. Unico neo: rallenta un po' l'uso del pc. Per questo motivo è possibile stopparlo alla bisogna per un tot di volte, sempre tenendo presente che il test non può sforare i 3 giorni prefissati.

att-speed-test

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>