Come testare in anteprima le novità di Firefox 29 Beta

Da poco è stata rilasciata la “Night build” (ovvero la beta) di Firefox 29. Secondo il team della Mozilla Foundation, oltre a novità sostanziali (una sincronizzazione criptata tra i vari dispositivi che usano lo stesso browser), è stata ridisegnata la “percezione d’uso” di Firefox in modo che sia più facile accedere a funzioni e contenuti web. Curiosi di saperne di più? Seguiteci in quest’anteprima.

 

Istruzioni

  1. Per prima cosa scarichiamo "Firefox 29 beta" (per Windows 8 Desktop, ma anche per Mac o Android) dalla home delle "NightBuilds" (http://mzl.la/1l16Zmg).

  2. Cliccando sull'eseguibile apriamo le "Opzioni" e confermiamole tutte tranne quella che propone d'inviare a Mozilla i dati d'uso del nostro test e l'opzione che stabilire l'aggiornamento automatico di quest'installazione.

  3. Confermiamo il resto e procediamo col setup: una barra ci informerà del completamento della procedura. Successivamente, avviando Firefox 29 beta, ci verrà proposto di importare i preferiti dal browser di default e verrà visualizzata la schermata principale del programma.

  4. Per trovare la prima novità, andiamo nel menu “Strumenti” (di default i menu sono occultati) e clicchiamo sulla voce “Firefox Sync”: si aprirà una tab con l’invito a configurare un account Firefox (“Inizia”).

  5. Accettiamo ed inseriamo la nostra mail, una password di 8 caratteri e la nostra data di nascita: un link di convalida verrà inviato alla mail indicata. Dopo aver confermato la creazione dell’account della “volpe di fuoco”, la schermata precedente sostituirà la voce “Inizia” con “Gestione account”. Bene! Entriamo ad esplorarne le funzionalità.

  6. L’account di Firefox 29 (codename “Aurora”) si presenta come il centro nevralgico nel quale salvare dati come segnalibri, password, cronologia, preferenze, componenti aggiuntivi a seconda del dispositivo che stiamo utilizzando. Quando un nuovo device si connetterà al presente account, i dati di cui sopra verranno scaricati in modalità criptata (“end-to-end encryption”) sulla nuova installazione

  7. Altra novità è relativa alle tab, notevolmente arrotondate come in Google Chrome: la scheda che va in primo piano acquista un rilievo rispetto alle altre schede che si “anonimizzano” cromaticamente nello sfondo. Le schede sono anche indicative del contenuto che presentano: se ad esempio apriamo una video di YouTube in una scheda e, poi, passiamo ad una scheda diversa, la scheda testé abbandonata ci ricorderà quale video sia in riproduzione.

  8. Ultima grande novità è quella delle scorciatoie. Rechiamoci sull’ultima icona a destra del box di ricerca (le tre righe orizzontali): clicchiamoci e troveremo comandi come lo Zoom, il Taglia-Copia-Incolla, i componenti aggiuntivi, l’accesso all’account visto in precedenza, e – tra le altre cose – anche la voce “Windows 8 touch” che apre una versione della homepage in cui si troviamo in una modalità “Metro” che dà il meglio di sé con gli schermi tattili. Interessante, poi, la voce “Personalizza” che consente sia di disporre gli strumenti in qualsiasi punto dell’interfaccia (“Australis”), sia di rimuovere o riposizionare le voci dei menu secondo le nostre esigenze.

  9. Riassumendo: sincronia a prova di intercettazioni, alto grado di personalizzazione e…un’elevatissima velocità di navigazione per il nuovo cucciolo della “Volpe di fuoco”.

Firefox-29-Aurora-Header-664x374

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>