Come telefonare e chattare in tutta sicurezza con Jitsi

Telefonare da una parte all’altra del Mondo è costoso e, per questo motivo, sempre più persone tendono ad usare sistemi di messaggistica con avanzate funzioni audio-video oppure il classico Skype ( e a breve lo si potrà fare  anche Whatsapp) che garantisce comunicazione e videoconferenze gratuite da Pc a Pc o tariffe basse nel caso si esca dal suo circuito privato. Il problema è che anche le comunicazioni VoIP sono intercettabili ed il recente caso Snowden lo ha confermato. Se, quindi, usiamo il computer per fare le nostre telefonate è bene prendere qualche precauzione per essere certi che le nostra comunicazioni non siano né profilate a scopo commerciale e né intercettate a scopo di controllo (vale soprattutto per i paesi con scarso grado di democrazia). In questa guida vedremo come chattare, passarsi file e, soprattutto, telefonarsi in maniera sicura grazie a Jitsi.

 

Istruzioni

  1. Jitsi è un client open-source e multipiattaforma (per iOS, Windows, Android e Linux Ubuntu o Debian) presente sia nelle versioni sia a 32 che a 64 bit. Per scaricare una di queste versioni, rechiamoci alla Home degli sviluppatori (https://jitsi.org/Main/Download).

  2. Se, invece, ci interessa la versione portable (solo per Windows), dobbiamo indirizzare il browser verso SourgeForge (http://sourceforge.net/projects/jitsiportable/). Dopo aver scaricato il tool, quale che ne sia la forma, avviamolo senza problemi: è localizzato in italiano.

  3. Ci verrà chiesto di autorizzare un’eccezione nel firewall di sistema. Accettiamo a procediamo oltre. Al primo avvio, Jitsi ci chiederà di effettuare il log-in su diverse piattaforme visto che una sua peculiarità è quella di farci dialogare con i nostri contatti sparsi su Msn (ora SKype), Yahoo, Google Talk (ora Hangout), ICQ, Facebook, AIM, XMPP (Jabber), Sip2SIP (necessario per effettuare le telefonate).

  4. Una volta effettuato i log-in, risulteremo online (pallino verde) e visualizzeremo una lista di contatti provenienti dai vari I(nternet)M(essaging) appena citati. Selezioniamone uno e vedremo, nella finestra di conversazione, i classici strumenti per inserire del testo con tanto di emoticons, allegare dei file, avviare una videochat, invitare altri utenti (indipendentemente dal loro IM), e – ovviamente – secretare la conversazione grazie al protocollo OTR (OFF the Record, fuori registrazione).

  5. In quest’ultimo caso basta premere l’icona del lucchetto ed accertarsi che anche il nostro interlocutore abbia fatto lo stesso: ciò che verrà detto e scambiato sarà criptato in tempo reale.

  6. La criptografia, infine, è presente anche sulle chiamate e nella condivisione del desktop (modello TeamViewer), grazie all’innovativo protocollo ZRTP concepito proprio per proteggere le comunicazioni VOIP punto a punto.

Users

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>