Come sverniciare i vecchi mobili di casa

Se i vostri nonni vi hanno lasciato in eredità dei mobili antichi e voi non vedete l’ora di donargli un nuovo aspetto estetico, dovete tener presente che per ridipingerli dovrete prima sverniciarli. Ma come si fa questa operazione? Sembra molto complicata, ma in realtà non lo è affatto, basta solo un po’ di attenzione, vediamo tutti i passi per sverniciare i mobili antichi.
Per iniziare a sverniciare i vostri mobili antichi, avrete bisogno di questa specifica attrezzatura:
carta abrasiva per legno, soda caustica, spatola, lana di vetro, pistola termica, sverniciatore e per la vostra protezione, guanti resistenti, occhiali e abiti a manica lunga.

 

Istruzioni

  1. Prima di iniziare trovate un posto all’aperto dove posizionarvi, perché i prodotti che userete sono tossici, e quindi è obbligatorio stare all’aperto.

  2. Indossate una tuta e proteggete le mani con dei guanti, perché potreste ustionarvi utilizzando la soda caustica. Inoltre valutate il vostro mobile, oppure fatelo valutare da un esperto di antiquariato, che vi potrà anche dare dei consigli su come ristrutturarlo. Spesso questi mobili hanno molto valore e anche se volete dargli una linea moderna, se usate la strategia giusta potreste venderlo e ricavare dei bei soldini.

  3. Ma ora passiamo alla pratica, armatevi di tanta pazienza e iniziate prima a carteggiare il mobile per intero cercando di eliminare il grosso della vernice. Questo passaggio è molto faticoso, ma necessario prima di iniziare con gli altri passaggi.

  4. Ci sono vari modi per sverniciare un mobile, in generale possiamo classificare tre tecniche principali:

  5. Sverniciare un mobile antico con l’uso della soda caustica: è’ il metodo più antico ed efficace, ma bisogna essere almeno un po’ esperti, perché questo prodotto è pericoloso e potrebbe creare dei danni. Si prepara la soda come indicato nelle istruzioni, si passa sul mobile in legno con una spatola, si lascia agire e poi si raschia con una spazzola di ferro o un raschietto, oppure con la lana di vetro, finché non viene via tutta la vernice.

  6. Il secondo metodo è utilizzare le nuove pistole termiche che permettono di riscaldare la vernice che si gonfia, si crepa e viene via. Naturalmente poi bisogna raschiare e carteggiare con la carta vetrata tutto il mobile per sverniciarlo completamente.

  7. Il terzo metodo consiste nell’usare appositi prodotti studiati ad hoc per sverniciare i vari tipi di legno i cosiddetti sverniciatori, dei liquidi chimici venduti nei negozi specializzati e in grado di sciogliere la vernice. Questi prodotti vanno sempre usati con cautela e testati per valutarne al meglio i risultati.

  8. Una volta sverniciato il mobile è pronto per essere ripitturato secondo il proprio gusto estetico.

0000000671_0001) restauro B&R 08

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>