Come subentrare in un contratto di locazione

Il procedimento per subentrare in un contratto di locazione è un’operazione che cede al nuovo inquilino tutti i diritti ed i doveri del precedente affittuario. Per svolgere la trafila nel minor tempo possibile basta seguire questi brevi passaggi:

 

Istruzioni

  1. VERIFICA DEL CONTRATTO: Il primo passo è quello di leggere attentamente il contratto e verificare che preveda la possibilità di subentro, oppure lo permetta a determinate condizioni (per esempio che rimanga inalterato il numero complessivo degli occupanti dell'immobile). Se qualcosa non è chiara e restano dei dubbi è meglio contattare subito il proprietario.

  2. MODELLO F23: Scaricare il modello F23 dal sito dell'Agenzia delle entrate (www.agenziaentrate.gov.it) e procedere alla compilazione (è importante scrivere tutto in stampatello). Il modello è in triplice copia e diviso in 14 campi numerati progressivamente e va tralasciata la compilazione dei punti:1,2,3,7,8,9,14. Una volta completo apporre la firma nel campo in basso a destra di ogni copia. Per compilare il campo numero 6 bisogna cercare nel contratto il timbro dell’ufficio dell’Agenzia delle entrate in cui è stato depositato e segnarsi il numero di riconoscimento dell’ufficio (per esempio Milano 5, Palermo 2, Roma 1, ecc.),per farlo bisogna controllare le tabelle che si trovano in questa pagina: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/strumenti/codici+attivita+e+tributo/tabelle+dei+codici+tributo+e+altri+codici+per+il+modello+f23/tabelle+dei+codici+degli+uffici+finanziari. Mentre nel campo numero 11 alla voce codice tributo va scritto "110T" che è il codice che identifica il subentro.

  3. TASSA DI SUBENTRO: Può essere pagata in un qualsiasi Ufficio postale o Banca, basta portare i moduli F23 già compilati ed il costo è 67,00€ (che spetta in solido a locatore e locatario).

  4. AGENZIA DELLE ENTRATE: Recarsi all'Agenzia delle Entrate relativa alla propria zona per far convalidare la pratica di subentro. Assieme al modello F23 va allegata una copia del contratto di affitto, del documento di identità e del codice fiscale di chi subentra. Una volta registrato, l'Agenzia delle Entrate rilascerà una ricevuta che andrà allegata al contratto di affitto. Per evitare una lunga attesa agli sportelli conviene prendere un appuntamento ed è possibile farlo online a questo indirizzo:https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/cup/index.htm. L’ufficio di riferimento deve essere lo stesso riportato sul contratto ed è sufficiente seguire le indicazioni date.

  5. DOCUMENTAZIONE NECESSARIA: Il locatore e il subentrante stipulano una scrittura privata in carta libera e duplice copia nella quale indicano il consenso al subentro e tutte le modalità di come avviene cioè le indicazioni delle date di stipula, inizio e fine del contratto. Infine, alla scrittura privata apporre una marca da bollo da 1,81 euro su ogni copia e fare un'ulteriore copia da allegare all'originale del contratto di affitto in cui si subentra.

medium

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>