Come spettegolare, in totale anonimato, con YikYak, l’app più bandita al mondo

L’idea di Mark Zuckerberg di impostare le bacheche di Facebook sul modello delle timeline si è rivelata vincente e pratica: il flusso temporale è facile da seguire. Cosa ne direste, quindi, se poteste partecipare ad una timeline, per giunta locale, in totale anonimato?
In questa guida conosceremo un’app in grado di fare proprio questo…e tra mille polemiche!

 

Istruzioni

  1. Scarichiamo "Yik Yak" dal PlayStore (http://goo.gl/4PdmMZ) o dall'AppStore ed avviamolo.

  2. Non ci verrà chiesto di configurare un account, né di fornire una mail e di certo un numero di telefono per il join col telefono. Di fatto tra noi e ciò che scriveremo non c'è riconducibilità alcuna.

  3. A questo punto visualizziamo il "Wall" ove potranno comparire (se scegliamo "Show location") le confidenze ("Yak") degli "Yakkers" a noi più vicini. Come in una timeline, vedremo succedersi varie confidenze, anonime, una dopo l'altra.

  4. Rispetto alla confidenze in questione, l'utente può partecipare passivamente o attivamente. Nel primo caso leggeremo gli Yak e, qualora ne trovassimo di interessanti, possiamo apporvi una risposta o un gradimento. Nel secondo caso, invece, si può - chiaramente - postare ("New") un proprio Yak.

  5. In questo caso, tuttavia, si badi bene a non divulgare notizie troppo personali proprie o altrui: una semplice confidenza, fatta con troppa leggerezza, potrebbe tradursi in un vero e proprio atto di cyber bullismo (già successo negli Usa e nello UK).

  6. Attenti allo Yak dunque!

yik-yak

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>