Come si puliscono le perle

Le perle donano fascino a ogni donna, sono belle, preziose, e trasmettono sempre un tocco di classe. Affinché non perdano nel tempo il loro splendore, hanno bisogno di poche ma irrinunciabili cure.
Parecchia attenzione bisogna fare ai vari cosmetici che si usano, poiché potrebbero essere aggressivi nei loro confronti, intaccandone brillantezza e tonalità cromatica. E’ buona norma, truccarsi e profumarsi prima d’indossare le perle, per evitare che creme, fondotinta, profumi, lacca per capelli, possano danneggiarle.
Tuttavia, anche dopo questi importanti accorgimenti, c’è ancora qualcosa in grado di rovinare le nostre perle, il sudore.
E’ evidente, che dopo aver portato un bracciale o una collana di perle, sia deleterio riporli senza averli prima puliti.

Come pulire le perle

Per liberare le perle dal film invisibile ma dannoso, delle secrezioni acide della nostra pelle, basterà detergerle ogni volta, con un panno umido. Operazione rapida, che se fatta con costanza, garantisce la loro durata nel tempo. D
a non dimenticare però, di riporle nella loro custodia. Meglio non metterle in un portagioie a stretto contatto con gli altri gioielli.
Inoltre, è sbagliato conservare le perle in buste di lana o cotone, andrebbero incontro a disidratazione.

Ogni tanto è buona norma riservare alle perle un trattamento rigenerante, per evitare che possano andare incontro a disidratazione e screpolature. Può bastare una goccia d’olio d’oliva, con cui bagnare una stoffa di camoscio, da passare poi sulle perle, per una provvidenziale lucidata.
Può capitare, specie se le perle non abbiano ricevuto le giuste cure appena descritte, di ritrovarle dopo un po’ di tempo, opache o peggio ingiallite. Come agire per cercare di riportarle al loro splendore?

Non usare assolutamente spazzolini e prodotti abrasivi aggressivi, righerebbero le perle, rovinandole. Basta munirsi di una ciotola e riempirla con 250 ml. di acqua a temperatura ambiente, a cui si è aggiunto un cucchiaio di acqua ossigenata a 12 volumi. Le perle devono restare immerse in questa soluzione per circa dieci minuti. Alla fine vanno sciacquate e immerse un attimo in acqua leggermente salata. Per concludere il trattamento di bellezza, basta ripetere l’operazione sopra descritta: goccia d’olio d’oliva e lucidata con stoffa di camoscio o morbida pelle di daino.
Una certa attenzione va fatta per il filo di seta con cui sono infilate, col tempo può deteriorarsi, per cui, per evitare danni maggiori o rotture, è saggio portare bracciali o collane dal gioielliere, per una provvidenziale controllata. Meglio se si opta per un doppio filo di seta o al limite, di nylon, di sicuro più resistente. Quindi, prima d’indossare collane e simili, o passare al trattamento di restauro estetico sopra descritto, è buona norma accertarsi che il filo sia in ottimo stato.

 

pulire le perle

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>