Come scrivere una Poesia in Quartine

Anche se non è sviluppata, ognuno di noi ha una vena poetica da cui attingere per scrivere un testo affascinante, meglio se in rima. Le quartine sono uno degli schemi poetici più apprezzati e più utilizzati nel panorama letterario classico e moderno, ecco come realizzarle.

 

Istruzioni

  1. Bisogna prima di tutto individuare l'argomento base su cui poi incentrare l'intera poesia; gli argomenti che più spesso ispirano questo genere di composizioni sono l'amore, la natura e le passioni in generale, ma ovviamente ognuno può scegliere la base che preferisce dal momento che la poesia è assolutamente personale. Ovviamente l'argomento di base dev'essere scelto con la consapevolezza che si possa e si riesca basare una composizione di un certo livello, bisogna ciò avere qualcosa da scrivere perché è inutile scegliere un argomento se la sua esposizione si esaurisce senza aver creato qualcosa di senso compiuto.

  2. Occorre tenere a mente poi come sarà la prima riga a dare il senso alla poesia, breve o lunga che sia. Per questo motivo ricopre un ruolo così importante nel complesso della composizione. Iniziare una poesia è difficile, si dice che, una volta trovata la prima riga, il resto venga da se. Forse è vero ed è per questo che non bisogna preoccuparsi se si rimane per tanto tempo davanti a un foglio bianco con le idee alla rinfusa in testa senza capire come buttarle giù.

  3. Uno dei trucchi consiste proprio nello scrivere ciò che si ha in testa così come viene, in modo tale da averli davanti e, solo successivamente, cercare di mettere ordine. Se si parte con un'idea non importa se è disordinata, prima o poi troverà la sua giusta forma e da li nascerà la composizione ed è per questo che è importante mettere tutto per iscritto, per non perdere nemmeno una piccola parte dell'ispirazione.

  4. Le quartine sono solitamente composizioni in rima che, però, non necessariamente devono rispondere a schemi precisi; nella stessa composizione si possono avere quartine in rima ABAB o ABAA e BACC. Nessuno vieta di inserire la rima così come si preferisce, perché il segreto delle quartine sta proprio nella musicalità. Chi non ha dimestichezza con le poesie non deve necessariamente scrivere subito le quartine in rima, può buttare giù la bozza della composizione e successivamente sistemarla in modo tale da trovare le parole giuste.Non dev'essere un lavoro di fretta, occorre calma e pazienza soprattutto quando non si ha l'abitudine a comporre quartine in rima.

  5. Un valido supporto per trovare le parole giuste per comporre le rime arriva dai vocabolari, strumenti indispensabile per chiunque cominci ad avvicinarsi al mondo della poesia, perché il trucco per realizzare composizioni piacevoli è quello di avere un'ottima dimestichezza con le parole, conoscendo di ciascuna almeno due o tre sinonimi che possono essere utilizzati a seconda del tono che si vuole dare alla poesia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>