Come scoprire se siamo spiati. Scovare telecamere o microfoni nascosti

Oggi come oggi non si può essere certi riguardo la sicurezza della propria privacy. Sono costantemente in aumento gli incarichi affidati ad investigatori privati e società specializzate nel carpire i segreti più intimi delle persone. Come scoprire se si è controllati tramite telecamere e microfoni? Approfondiamo l’argomento.

 

Istruzioni

  1. La prima cosa da fare è quella di effettuare un'attenta ricerca in tutti locali che caratterizzano la propria vita quotidiana. È fondamentale controllare ogni singola area ed ogni oggetto che possa contenere microspie. Attenti quindi a non dimenticare nulla. Inoltre molti dispositivi di controllo sono caratterizzati dalla presenza di fili, molto spesso ben nascosti. Risulta quindi prioritario prestare attenzione ad ogni elemento sospetto.

  2. Il secondo step è quello di affidarsi al proprio udito: molto spesso questi dispositivi di controllo possono generare interferenze con altri elettrodomestici, o addirittura emettere dei rumori autonomi. Occorre quindi porsi in una situazione di assoluto silenzio per poter carpire al meglio ogni possibile anomalia acustica.

  3. Successivamente è necessario passare ad un controllo dei propri ambienti prettamente visivo. Molti microfoni e telecamere sono caratterizzati dalla presenza di led, che non sempre è possibile disattivare (in alcuni casi nonostante vi sia la possibilità di spegnerli si può andare in contro all'errore grossolano di lasciarli accesi). La prima cosa da fare è eliminare quanto più possibile la luce dalle stanze che si desidera controllare. Successivamente, grazie ad una ricerca meticolosa, sarà possibile individuare luci fuori posto.

  4. È molto importante controllare sempre in prossimità degli specchi. Vengono infatti utilizzati per riprendere in maniera indiretta quello che accade nella stanza. Una cosa che poi in troppi ignorano è che molte telecamere sono dotate di foro stenopeico al buio. Possono essere posizionate nelle zone più disparate, spesso nascoste da altri elementi. Scovarle non è semplice. Il modo più veloce per farlo è quello di munirsi di torcia elettrica ed un tubo di cartone della carta igienica. In questa maniera, guardando attraverso il cilindro con l'ausilio della torcia sarà possibile osservare eventuali riflessi, indice della presenza di questi dispositivi.

  5. Infine, per completare l'operazione di ricerca, sarà necessario acquistare un rilevatore di frequenze. In questo modo sarà possibile scovare tutti i dispositivi sfuggiti al nostro controllo. Anche tramite il cellulare è possibile individuare eventuali campi elettromagnetici. Ogni qual volta dovessero farsi vivi eventuali rumori di fondo durante le chiamate sarà lecito avere più di un dubbio.

microspia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>