Come scoprire chi chiama in anonimo

Una delle esperienze più spiacevoli capitate a tutti almeno una volta è quella delle telefonate anonime sotto forma di squilli ripetuti e muti. Non v’è dubbio che episodi del genere siano fonte di grande stress. Anche senza arrivare a questi picchi di fastidiosità, vi sono telefonate “anonime” comunque sgradevoli: è il caso delle telefonate che arrivano da numeri privati associati a qualche call center. In ambedue i casi è importante scoprire per bene chi abbia effettuato la chiamata anonima per poter prendere provvedimenti: solo col numero in mano, infatti, sarà possibile agevolare una qualche contromisura dalla Polizia Postale o segnalare il numero “molesto” al Registro delle Opposizioni per evitare d’essere nuovamente disturbati. In questa guida vedremo come operare nel caso di chiamate ricevute sul nostro terminale Android based.

 

Istruzioni

  1. Per prima cosa, rechiamoci su Wooming (http://www.whooming.com/?language=it) e registriamo un account fornendo mail, numero di cellulare, username e password (la registrazione sarà approvata tramite la convalida di un link).

  2. Successivamente mettiamo mano al nostro smartphone. Dal PlayStore cerchiamo ed installiamo l'applicazione "Wooming": dovremo fornire username e password dell'account registrato in precedenza.

  3. Ora andiamo nelle impostazioni dello smartphone relative alle Chiamate e scegliamo "Trasferimento chiamate". Qui impostiamo il trasferimento delle chiamate, nella fattispecie "se occupato", verso la stringa 0694802015# (Tim, Vodafone, Wind) o 0694802015*11# (La3) avendo cura di farla precedere dal codice **67* in modo da abilitare la deviazione su occupato. Basterà rifiutare le chiamate per generare il segnale di occupato che, recepito dal codice **67* farà scattare il trasferimento di chiamata necessario ad attivare il servizio di Whooming.

  4. A questo punto possiamo fare una prova: effettuiamo una chiamata anteponendo al numero del destinatario la stringa *67# (es. *67#346123456) se chiamiamo dal fisso o *31* se chiamiamo da un cellulare. Rechiamoci, poi, sul nostro account web potremo trovare l'elenco delle chiamate anonime subite, compresa quella di test.

  5. La presenza dell'applicazione sullo smartphone consente di visionare un'anteprima dei numeri anonimi chiamanti (le prime cifre saranno oscurate a meno di non sottoscrivere un abbonamento a pagamento). Da notare, infine, che Whooming risulta efficace anche nello smascherare le numerazioni che operano tramite sevizi VoIP.

images1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>