Come rimuovere e prevenire la crescita di muschio su mattonelle di cemento

La presenza di muschio nei posti più impensati è purtroppo un fattore antiestetico e che trattiene umidità su  tutte le zone interessate. Purtroppo rimuoverlo e tentare di prevenirlo non è molto semplice, soprattutto perché non è facile eliminare le macchie che si sono formate sotto lo strato vegetale.

Eliminare il muschio dalle mattonelle di cemento è molto più complicato che toglierlo dalle tegole del tetto. Le tegole, infatti, possono essere rimosse una per volta, mentre quando il muschio è su un’’intera lastra di cemento, o su un muretto, non è così agevole rimuoverlo.

La prima cosa da escludere sono i prodotti chimici, come il sapone per i panni, per i piatti, o la candeggina. Si tratta in tutti i casi di prodotti tossici, i cui fumi vengono respirati mentre lavoriamo la zona interessata.

Per rimuovere a mano il muschio è sufficiente usare una piccola spazzola con i rebbi di metallo, oppure una rondella girevole, tipo quella che si utilizza per dare la forma zig zag alle crostate.

Il lavoro va fatto a mano, a meno che non possediamo un piccolo trapano elettrico o a batteria, che abbia tra i suoi attrezzi una fresa di piccole dimensioni e con un puntone fatto in carta abrasiva a grana molto fine. Con una punta molto sottile, potremo limare il muschio posto tra gli interstizi delle mattonelle, evitando di corroderle o spezzarle nel caso in cui si tratti di un muro che ha molti anni. È facile infatti che il muretto, usurato dalla pioggia e sottoposto all’azione del muschio, si sgretoli facilmente sotto le nostre mani, creando un foro di grosse dimensioni, che dovremo poi stuccare.

Se abbiamo a disposizione un vaporizzatore, possiamo procedere al suo utilizzo dopo aver tolto la parte di muschio eccedente. Potremmo utilizzare anche un’’idropulitrice, ma è preferibile utilizzare ’aria calda da passare sull’’intera superficie.

Il resto del muschio si staccherà poco alla volta, e potremo riscoprire la superficie originaria della mattonella e dell’’intero muro. Il vaporizzatore è necessario perché oltre a togliere i pezzetti di muschio, ne spazza via anche i batteri che si sono formati all’’interno, e che proliferano grazie alla muffa e all’’umidità che si è creata nella zona.

Nel caso in cui il velo di muschio rimanesse, possiamo procurarci un foglio di carta vetrata a grana media e passarlo sul muretto fino a farlo divenire liscio.

Purtroppo, nella maggior parte dei casi, il muschio, pur essendo stato tolto fino alla base, lascia delle macchie dovute all’’umidità e alla porosità tipiche della pianta che abbiamo eliminato, e che sono difficili da togliere.

È molto complicato anche prevenire l’’insorgere di quest’o vegetale, perché, soprattutto se il muretto è esposto a nord, è più soggetto all’’umidità che si crea laddove non batte mai il sole.

Passando però periodicamente la carta vetrata sulla sua superficie, potremo pulirlo e rendere l’’attacco del muschio più difficile.

Se vogliamo utilizzare un prodotto chimico che ci tuteli dallo sviluppo di nuovo muschio, l’unico consigliato è la candeggina, con la quale si può sbiancare il muro. Questo prodotto va utilizzato solo alla fine e va poi  eliminato con acqua fredda da applicare più volte.

come-rimuovere-prevenire-la-crescita-di-muschio-su-mattonelle-di-cemento

5 comments

Leave Comment
  1. older

    Prima c’è scritto di non usare prodotti chimici e poi si parla di candeggina… una domanda: Perché utilizzare una vaporiera con un’idro pulitrice a 70° non si ottiene comunque del vapore non si ha lo stesso risultato? Grazie.

  2. older

    una domanda: Perché utilizzare una vaporiera? con un’idro pulitrice a 70° non si ottiene comunque del vapore non si ha lo stesso risultato? Grazie.

  3. alessandro bassi

    Io avevo una superficie in graniglia di 300mq di pavimento galleggiante, completamente invasa da muschio e un’orribile muffa nera, oggi ha riacquistato il colore di 15 anni fa.
    Procurarsi : olio di gomito, spazzola da bucato, candeggina in abbondanza e idropulitrice.

    1 passare l’idropulitrice su tutta la superficie
    2 spazzola e candeggina su tutta la superficie
    3 ripassare tutta la superficie con l’idropulitrice
    4 dove e’ piu’ tenace ripetere il trattamento.

    Faticoso ma risultato garantito.

  4. Giuseppi

    Lavoro fatto un mese fà. Trapano con spazzola metallica rotante, ne ho consumanlte 7 , dopo aver bagnato per bene tutte le mattonelle perché asciutte si solleva un sacco di polvere e il muschio restasta al suo polvoro. Ovviamente usare mascherina e occhiali e evitate i pantaloncini e magliettina a manica corta perché tutti i ferretti della spazzola volano da tutte le parti e dopo un paio di minuti ve li trovate tutte conficcate nelle gambe e nelle braccia sembrando San Sebastiano. Lavare continuamente e poi usando idropulitrice alla massima pressione togliere tutto quello che resta dentro i disegnini delle mattonelle di cemento. Non usate assolutamente prodotti chimici, compresa la varicchina, perché macchiano le mattonelle. In ogni caso molta pazienzaaaaaaaaa ma molta perchè il lavoro va fatto acconacciati almeno nella parte del trapano e spazzola.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>