Come ridurre la pressione sanguigna

La pressione sanguigna è la pressione con cui il sangue circola nelle arterie, i suoi valori sono alti quando superano i 140 per la pressione sistolica e 80 per la diastolica, diventano pericolosi se superano rispettivamente i 160 e i 95. Le conseguenze sono una fatica maggiore per il cuore nel pompare sangue e le arterie sono sotto pressione.
La pressione sanguigna alta può essere dovuta anche ad ansia. Spesso le persone non si accorgono di avere tali disturbi, ci sono però alcuni sintomi che è bene valutare come il mal di testa cronico, palpitazioni, fiato corto, sangue al naso, affaticamento della vista, viso spesso arrossato, stimolo frequente ad urinare.
Gli effetti dovuti a pressione alta sono molti e gravi come il rschio che il cure si dilati, le arterie perdono elasticità, si induriscono, è possibile essere soggetti ad ictus, attacco cardiaco e malattie renali.
Sia l’infarto, sia l’ictus possono fortemente menomare la vita della persona, per questo motivo è giusto avere una vita sana già prima che il problema si manifesti, ancor più nel caso in cui la malatta sia già stata conclamata. In questo secondo caso, il medico potrà indicare una via farmacologica per tenere la pressione sanguigna sotto controllo, ma oltre questo, è necessario uno stile di vita salutare che prevede poche buone regole.
E’ necessario svolfere esercizio fisico, come delle passeggiate, possibilmente in pianura, ridurre il peso usando una dieta povera di grassi, non fare uso eccessivo di alcool, fumo e caffè. Occorre anche ridurre l’uso del sale da cucina e avere un buon apporto di calcio.
Una ricerca tedesca ha portato alla luce che, i polifenoli del cioccolato fondente aiutano a ridurre la pressione sanguigna. Questo studio consiglia di mangiare sei grammi al giorno di cioccolato, l’equivalente di un pezzetto di una barretta o un cioccolattino al fine di ridurre la pressione. L’ effetto di riduzione della pressione può essere ottenuto con cacao il più possibile puro. Con l’uso del cioccolato abbiamo una cura piacevole per i più, però si deve stare attenti a non esagerare e consultare il medico nel caso in cui ci siano altre patologie come, ad esempio, il diabete. Una ricerca molto meno piacevole è Australiana, in base ai suoi risultati sembra che, consumare dell’aglio possa portare benefici nella cura della pressione alta.
La pressione alta è comunque un problema da non sottovalutare, perchè ho conosciuto molte persone che non hanno cambiato il loro stile di vita dopo aver conosciuto l’esistenza del problema e hanno perso la vita in seguito ad ictus. Solitamente, il problema viene sottovalutato perchè non c ‘è dolore fisico, a parte i piccoli disturbi e quindi si tende a lasciar correre per pigrizia e perchè può essere difficile seguire una dieta quando si lavora e mangia fuori oppure, riuscire a trovare il tempo e le energie per fare dell’attività fisica, certo questi sono svantaggi però compensati dal vantaggio di poter avere una vita migliore e più lunga.

Come ridurre la pressione sanguigna

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>