Come riavviare un computer compromesso grazie al “pronto intervento” di Avast

Quando il nostro computer diventa vittima di un attacco hacker, spesso, finisce col non riuscire più a riavviarsi. Risultato? Tutti i nostri dati e programmi sono prigionieri, anzi peggio: persi!
In questa guida vedremo come risolvere questo problema ricorrendo ad un tool che, a partire dal 2014, è incluso anche nella versione base (e free) dell’antivirus “Avast”.

 

Istruzioni

  1. Scarichiamo l’antivirus in questione (http://download.html.it//) e, sceltone i componenti da accludere, procediamo ad installarlo. A procedura ultimata, avviamo Avast e, nell'indice a sinistra, scegliamo la voce “Strumenti”.

  2. Qui, clicchiamo su “Disco di soccorso” e, in alto a destra nella schermata che si aprirà, scegliamo se creare il supporto di emergenza su penna Usb o su CD. Scegliamo una delle 2 soluzioni proposte e procediamo: un avviso ci notificherà che, procedendo, andremo a cancellare i dati sul supporto prescelto. Avendo inserito un supporto vergine, procediamo senza timori.

  3. Avast procederà a scaricare il Toolkit richiesto e, in seguito, le più aggiornate definizioni antivirali in suo possesso: in questo modo, quando riavvieremo il computer facendolo partire dal supporto emergenziale, si avvierà una scansione di Avast che procederà a rimuovere tutte le infezioni presenti.

  4. Avendone avuto conferma in un messaggio a schermo, non dovremo far altro che riavviare il computer per constatare che, questa volta, il Desktop si carica e l’accesso ai nostri dati è, finalmente, possibile.

  5. Pericolo scampato!

avast2014_10

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>