Come realizzare un film amatoriale senza grosse spese

L’hobby della cinematografia è attualmente molto diffuso. In tantissimi tentano di cimentarsi nella realizzazione di piccoli film o cortometraggi. Ma quali sono gli strumenti imprescindibili per ottenere un buon risultato? Occorrono per forza software costosi? Approfondiamo insieme l’argomento.

 

Istruzioni

  1. ll primo aspetto da tenere in considerazione, per riuscire ad ottimizzare ogni step legato alla realizzazione del vostro piccolo film, è sicuramente la sceneggiatura. Scrivere attentamente la sceneggiatura significa pianificare in maniera perfetta il proprio lavoro. In questo modo sarà possibile gestire ogni fase con consapevolezza, senza lasciare nulla al caso. Successivamente è bene individuare per tempo tutte le location. L'ambientazione ha un ruolo molto importante. Nessun software può sopperire ad errori legati a questo aspetto. Scegliendo attentamente i luoghi dove ambientare il vostro film sarete già a buon punto.

  2. Una volta fissate le premesse, sarà possibile passare alla fase successiva: reclutare gli attori. Girando un film amatoriale difficilmente avrete a disposizione fondi per pagare dei professionisti. Per fortuna, però, il talento è distribuito senza una logica precisa. Potreste trovarlo in un vostro compagno di classe, o nel vicino di casa. Fate dei piccoli provini, oppure semplicemente valutate l'espressività della persona che potrebbe fare al caso vostro. Con pazienza sarà possibile trovare degli ottimi interpreti.

  3. Lo strumento da cui, ovviamente, non potete prescindere è la telecamera. Non è necessario che sia di ultimissima generazione. L'importante è che sia in grado di filmare in maniera chiara, senza fuori fuoco evidenti. Se non ne possedete una la cosa migliore è chiedere in giro. Si tratta di un dispositivo molto diffuso. Addirittura alcune fotocamere sono in grado di filmare ad un livello qualitativamente elevato. Insomma, aguzzate l'ingegno, e questo problema sarà rapidamente superato.

  4. Durante le riprese è molto importante evitare di accontentarsi. Se una scena non soddisfa a pieno le aspettative personali la cosa migliore da fare è girarla di nuovo. Avere più take renderà meno ostica la fase di montaggio. Una volta terminate le riprese è fondamentale assicurarsi di avere un programma di editing video installato sul pc. Non occorrono software eccessivamente complessi. Esistono molti programmi gratuiti che possono rivelarsi utilissimi. Il montaggio risulterà molto più semplice di quanto non si potesse pensare. Diversi software, come movie maker, sono molto intuitivi. Successivamente sarà necessario esportare il video in formato avi o mpg. Queste due tipologie di file sono le più diffuse, e consentono la lettura sulla maggior parte dei pc.

Imaginarium_Set-director-cine-1024x922

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>