Come proteggersi dai ramsomware su Android

Ultimamente su una piccola minoranza di smartphone Android è comparsa una minaccia sinora presente solo sui computer, i “ramsomware“. Con questo termine vengono indicati i virus che tengono in ostaggio i nostri dati a meno che non si paghi un “riscatto”. In questa guida vedremo, quindi, come difendere i nostri device mobili da questa inconsueta minaccia.

 

Istruzioni

  1. Per prima cosa occorre accertarsi che il device sia infetto dal trojan Koler.A. Il sintomo è piuttosto evidente: lo schermo si spegne e compare un avviso che annuncia il blocco del nostro cellulare da parte delle autorità nazionali (identificate grazie all'accesso al GPS) per il reato di diffusione di materiale pornografico.

  2. Se proviamo a bypassare la schermata, ci viene richiesto il versamento - tramite modalità irrintracciabili (es. Paysafecard) - di circa 300 dollari.

  3. Come possiamo evitare questa seccatura? Innanzitutto è bene evitare la visualizzazione di video in siti poco affidabili. Altro consiglio che possiamo fornire è quello di non accettare l'installazione di visualizzatori finalizzati alla visione di detti contenuti (il trojan Koler.A richiede l'installazione di un file apk). E' sempre buona cosa, inoltre, non installare applicazioni esterne al PlayStore ed eseguire regolarmente un backup dei propri dati e delle proprie applicazioni installate. Anche l'idea di ricorrere ad un antivirus per smartphone non sembra più così peregrina.

  4. Come avrete intuito da tutte queste cautele...rimuovere questo trojan non è facile. Si può provare ad andare nelle impostazioni relative alle applicazioni e tentare di rimuovere l'app infetta ma la procedura riesce solo se quest'ultima è nelle prime file: in caso di uno scrolling verticale prolungato...la schermata di blocco di Koler.A si ripresenta e, in quel caso, si dovrà ricorrere ad un reset alle impostazioni di fabbrica.

KolerARansomware

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>