Come proteggersi dagli hacker

L’internet libero in Italia non è mai decollato e, quindi, capita che alcune persone – mentre sono in giro – cerchino di agganciarsi ad una rete wireless nel tentativo almeno di leggere la posta o di effettuare qualche chiamata VoIP. Nei casi più gravi, la rete internet viene violata per compromettere il funzionamento di un computer o per rubare dati personali quali foto o credenziali bancarie. In questa guida vedremo i passi da seguire per rendere più sicura una rete internet.

 

Istruzioni

  1. Abbiamo appena comprato un router e stiamo per configurarlo onde poterci connettere alla rete? Una prima cautela da adottare consiste nel collocare il router al centro della casa in modo che il suo segnale non trasbordi (troppo) dal perimetro domestico.

  2. Acceso il router, è bene cambiare l'SSID, ovvero il codice che identifica la rete wireless all'esterno ed impostare una protezione WPA o WPA2 al posto di quella WEP. Buona norma è anche quella di usare il modulo WPS del router il meno possibile visto che comunica troppo del PIN necessario ad associare i dispositivi alla rete. Quando si esce di casa, infine, è bene spegnere la rete wireless.

  3. Sia nel caso della password di rete che di quelle che adottiamo nei vari siti internet, è sempre bene inventare keyword complesse e lunghe e memorizzarle all'interno di casseforti virtuali (come KeePass) e non in un file di testo depositato nella cartella "Documenti".

  4. L'accesso al computer, poi, andrebbe fatto con l'utente standard: in questo modo un eventuale virus non potrebbe andare in esecuzione come nel caso venga usato l'account amministratore. Il Pc, comunque, va sempre protetto con una suite antivirus comprensiva di firewall (es. Comodo od Outpost) o con due prodotti singoli ma abbinati (es. Avast e ZoneAlarm).

  5. Nel navigare occorre prestare attenzione a dove vengono scaricati i programmi: meglio prediligere i siti della casa madre a dubbie directory che, anche nella migliore delle ipotesi, lasciano sul pc ospiti indesiderati. Nelle chat o nei social network è bene non rendere mai pubbliche foto o dati personali, nemmeno nel corso di una conversazione: un hacker può fingersi amico appositamente per capire dati utili a condurre un attacco alla nostra rete ed ai dati che essa cela.

images1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>