Come proteggere pc e smartphone con Avira free

Ad un antivirus sempre di proteggere i nostri computer dalle infezioni virali e, nel contempo, di essere leggeri. Avira, per molto tempo, ha mantenuto la promessa della scarsa incidenza sulle risorse di sistema, a prezzo di una dotazione di tool molto basica.
I tempi sono cambiati: oramai le minacce vengono per lo più dal web, sono di vario tipo e, sovente, rimangono latenti nel nostro computer. Occorreva stare al passo con i tempi ed i tedeschi di Avira.com non se lo sono certo lasciato ripetere. In questa guida conosceremo da vicino la nuova versione di questo evergreen delle sicurezza digitale.

 

Istruzioni

  1. Rechiamoci sul sito della casa madre e scarichiamo la versione free dell'antivirus in questione (http://adf.ly/mQcuJ). Seguiamo i passi consigliati ed avviamo il programma, dalla barra di notifica in basso a destra o dall'icona posta nel Desktop.

  2. Nel menu "Aggiornamenti" in alto, scegliamo di avviare un aggiornamento automatico delle definizioni virali. Nel frattempo assicuriamoci che sia attiva la protezione in tempo reale del sistema.

  3. A nostra discrezione, in alternativa a quello di Windows, è possibile attivare anche il firewall finalmente compreso nella presente edizione di Avira: è configurabile a suon di regole ed autorizzazioni.

  4. Terminata la scansione, impostiamone le opzioni: non esiste una scansione rapida o completa ma possiamo scegliere a quali tipi di minacce prestare attenzione, che priorità dare alla scansione, come comportarsi in caso di infezione.

  5. In compenso possiamo velocizzare il tutto in scegliendo quanto materiale scansionare nel pc, se analizzare anche i record di avvio, il registro, gli archivi e molto altro.

  6. Siamo in tempo di device mobili? Quest'unica soluzione permette di registrare anche i device mobili da noi posseduti: registriamo un account su "Avira Essentials" (http://adf.ly/mQhrA), scarichiamo l'Android security (http://adf.ly/mQiH8) e potremo scansionare le nostre app e, da remoto, recuperare e/o monitorare il device in caso di smarrimento o furto.

4

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>