Come procedere allo smaltimento di un materasso vecchio

La durata media di un materasso varia dai sette ai dieci anni. Dopo averlo usato tanto a lungo, è bene sostituirlo, per evitare che insorgano dolori alla schiena e cervicali. Come fare a smaltire il materasso vecchio?
La necessità di sostituire il vecchio materasso con uno nuovo è legata anche a motivi igienici e non solo a quelli di usura, che avviene inevitabilmente col tempo. Dopo anni di utilizzo, nel materasso potrebbero annidarsi batteri, polvere e acari, principali cause di allergia. L’acquisto di un nuovo materasso può essere molto semplice ma lo smaltimento di quello vecchio potrebbe diventare più arduo. Ecco alcuni consigli che facilitano l’operazione:

 

Istruzioni

  1. Avete deciso di sostituire il materasso per acquistarne uno migliore ma quello che dismettete è ancora in buono stato e non presenta segni di usura alcuna: potreste regalarlo. Se contattate un’associazione di beneficenza o che si occupa di persone senza dimora, potrebbe essere loro molto utile ritirarlo.

  2. Quando acquistate un nuovo materasso, quasi tutte le società produttrici e i rivenditori possono occuparsi anche del ritiro e dello smaltimento di quello vecchio, nel rispetto della normativa di legge. Bisogna solo fare attenzione ai costi, perché talvolta è applicato un sovrapprezzo per il servizio. Alcune aziende, invece, eseguono lo smaltimento gratuitamente.

  3. Se acquistate un materasso da un rivenditore che non si occupa del ritiro dell'usato, potreste contattare una società di smaltimento di materassi e prendere accordi. Certamente questa soluzione ha dei costi, spesso anche online è possibile richiedere il preventivo; l’unica attenzione è quella di verificare se i corrieri ritirano anche ai piani o se occorre far trovare il materasso al piano terra.

  4. Un’alternativa valida per smaltire i vecchi materassi è quella di contattare il proprio Comune di residenza o i centri di raccolta rifiuti, le isole ecologiche, per concordare il ritiro gratuito presso la vostra abitazione. Dovrete far trovare il materasso al piano terra, pronto per il prelievo, perché generalmente non è previsto il servizio ai piani alti. Alcune aree di raccolta rifiuti accettano anche materiale ingombrante conferito direttamente dal cittadino, dunque potreste portarlo voi. Avrete però la necessità di un mezzo adeguato, macchina o furgoncino, per il trasporto. L’importante è non lasciare il materasso fuori dalla porta di casa con la normale spazzatura, perché il ritiro non avverrebbe.

  5. È fondamentale, comunque, non abbandonare mai i materassi usati vicino ai cassonetti dei rifiuti, lungo il ciglio delle strade, in discariche abusive, in fossati o in luoghi isolati di campagna, che arrecherebbero danni all'ambiente, oltre che a degrado. Si potrebbe incorrere anche in sanzioni economiche.

matersso-vecchio

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come pulire l’urina da un materasso | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>