Come potenziare il proprio smartphone con “Pimp My Rom”

Il mondo delle telefonia sforna a getto continuo nuovi smartphone: si cerca di moltiplicare il numero di core del processore, il quantitativo di Ram, la durata della batteria e via discorrendo. Non sempre, però, è possibile acquistare l’ultimo top di gamma e, spesso, non è neanche nelle nostre intenzioni: il nostro device, in fondo, funziona ancora bene…
Ma…potrebbe funzionare meglio? In questa guida vedremo se ciò sia possibile e come.

 

Istruzioni

  1. Per prima cosa dobbiamo aver installato il SuperUser (http://goo.gl/ujul0D) e, quindi, avere i diritti di rooting.

  2. Se questa precondizione è già assolta per precedenti prove, procediamo a scaricare un'altra app, dedicata però alla customizzazione del dispositivo, "Pimp My Rom" (http://goo.gl/zFX3Q9).

  3. Installata l'app, in "Tools", eseguiamo un "Rescue Package", ovvero un backup di sicurezza dei file di sistema da riutilizzare in caso di problemi.

  4. Sempre nella sezione "Tools" possiamo variare la frequenza della CPU (per aumentare le prestazioni o l'autonomia del device), attivare il "Generatore di Entropia" (per ridurre i lag), fissare alcune app in memoria (per accelerarne il caricamento), migliorare l'accuratezza del GPS.

  5. In "Tweaks" possiamo migliorare l'audio delle telefonate e la qualità delle immagini, implementare alcune funzionalità, incrementare le prestazioni della connessione e del multi-tasking.

  6. "In Apps & Mods" possiamo installare alcune in-app di "Pimp" per migliorare l'audio (Beats Audio o ClearAudio), la grafica (Bravia Engine) ed altro.

  7. Da usare solo se siete veri smanettoni...

pmrsmaller-520x292

1 comment

Leave Comment
  1. Pingback: Come regalare a Natale uno smartphone sotto i 150 euro e fare un figurone | Guide online

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>