Come passare da Linux a Windows senza traumi

E’ passato ormai qualche tempo da quando Redmond ha esaurito il supporto a Windows XP e continua, negli utenti ed in tutti noi, la ricerca di una soluzione alternativa a Windows.
Certo, esiste Linux ma…la transizione non è proprio semplice…a meno di non scegliere…una delle versioni camuffate da XP. Ecco un elenco delle imitazioni migliori.

 

Istruzioni

  1. Lubuntu (http://adf.ly/mZKDv), basato, su Ubuntu ha un interfaccia con icone e menu Start. Da quest'ultimo possiamo accedere agli Accessori, ad una serie di leggeri programmi per l'audio e la grafica o per l'operatività d'ufficio (Abiword e Gnumeric). Anche internet è rappresentato con Firefox ed il messenger multinetwork Pidgin. Come in XP troviamo il Pannello di Controllo tradotto nelle voci Preferenze e Strumenti di sistema.

  2. Sulla barra delle applicazioni, oltre a Start, segnaliamo il Gestore di file (porta alle cartelle Musica, Documenti, Immagini...) ed il multi-desktop, una novità decisamente tipica delle edizioni di Linux.

  3. Sempre basato su Lubuntu ma con una forte propensione al cloud è la distro "Peppermint Os" (http://adf.ly/mZWEZ): spulciando nel suo menu Start, infatti, troviamo "Pixlr" come editor grafico online, GwOffice per editare i file di GoogleDrive, Cromium come web-browser e Dropbox come cyberlocker alternativo al classico Esplora Risorse locale. Particolarmente indicato per i portatili con hdd piccoli (es i primi netbook).

  4. Infine Zorin Os (http://adf.ly/mZU7m). Sempre basato su Ubuntu, mescola alcune animazioni grafiche ad una struttura davvero simile a Windows sia bella barra delle applicazioni, ove è possibile apporre delle scorciatoie, che nel menu Start. In quest'ultima location, in particolare, troviamo la sezione "Utente" con i richiami alle cartelle Immagini, Documenti, Musica, Video, Network ed ai System settings.

xp-to-linux

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>