Come ottenere notifiche fluttuanti con Floatify

Una delle novità maggiori, in Android L, sarà costituita dalle notifiche fluttuanti che consentiranno di eseguire più compiti in simultanea senza dover abbandonare l’app nella quale ci troviamo.
In questa guida vedremo come attivare una funzione simile anche nelle versioni immediatamente precedenti di Android.

 

Istruzioni

  1. Installiamo, dal PlayStore, l'app "Floatify" ed avviamola. Saltiamo il tutorial ed entriamo nelle impostazioni: per prima cosa attiviamo il servizio in questione e consentiamo a Floatify di gestire le notifiche del nostro smartphone.

  2. Stabiliamo anche di mantenere l'app in memoria, se abbiamo almeno 2 GB di RAM, e impostiamo l'avvio automatico di Floatify a boot avvenuto.

  3. Spostiamoci nella sezione "Notifications" delle impostazioni di questo tool e stabiliamo quali app possano mostrare le loro notifiche (max 2 nella versione free) ed in quali app (blacklist) non devono apparire notifiche fluttuanti.

  4. Precisiamo l'azione automatica dopo le notifiche e dopo l'unlock (es. aprire le notifiche o mostrare la notification bar).

  5. Terminiamo con la scheda "Stile" che consente di variare l'estetica di funzionamento di Floatify mentre, infine, la sezione "Avanzate" - riservata alla versione Pro dell'app - si occupa prevalentemente di fare il backup ed il ripristino delle scelte appena fatte.

download

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>