Come ottenere il Bonus energia elettrica

Da oggi è possibile fare richiesta per ottenere un bonus sul costo dell’energia elettrica e risparmiare non poco nella bolletta mensile.

Per poterlo ottenere è necessario affrontare i seguenti step:

 

 

Istruzioni

  1. Accertarsi di essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge per richiedere il bonus.

  2. Occorre che l'utente si trovi in una situazione di disagio economico con un reddito ISEE che sia inferiore ad € 7500 annui. In ogni caso è possibile richiedere il bonus per un'unica utenza nella casa di residenza a patto, però, che non superi i 3 kilowatt. Questi possono diventare 4.5 se i componenti della famiglia sono in un numero superiore a quattro.

  3. Verificare in alternativa di essere in possesso degli ulteriori requisiti: al di là del reddito, è possibile fare richiesta del bonus energia elettrica anche se ci si trova in una condizione di disagio fisico. Ciò vuol dire che in famiglia deve esserci la presenza di una o più persone che necessitino dell'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la propria sopravvivenza. Hanno diritto a presentare domanda per il bonus anche le famiglie numerose - quindi con più di quattro figli - che abbiano un reddito ISEE complessivo pari o al di sotto dei ventimila euro annui.

  4. Presentare la domanda presso gli organi competenti: dopo aver accertato la presenza di uno o più di questi requisiti, è necessario presentare domanda o presso il proprio Comune di residenza o presso un Caf. Questi provvederanno a verificare la presenza dei requisiti necessari e rilasceranno una documentazione che dovrà successivamente essere presentata al distributore di energia di riferimento del nostro territorio. A sua volta il distributore, dopo aver effettuato tutte le verifiche del caso, rilascerà l'autorizzazione per la concessione del bonus energia elettrica.

  5. Verificare la durata del bonus e rinnovarlo: nei casi di indigenza economica, il bonus ha una durata di dodici mesi prorogabile per altri dodici. Per il rinnovo è necessario presentare domanda sempre presso il Comune o il Caf entro e non oltre il penultimo mese di erogazione della prima concessione. Nel caso si presenti domanda in ritardo, la procedura sarà identica a quella della prima erogazione in quanto verrà trattata come una richiesta ex novo.

  6. Verificare l'erogazione del bonus: per legge l'erogazione del bonus avviene nella prima bolletta successiva alla fattura che l'erogatore del servizio riceve da parte del distributore locale. Solitamente il processo si conclude entro un paio di mesi dall'approvazione della concessione del bonus energia elettrica.

contatore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>