Come muoversi a Parigi

Parigi, la capitale francese, è una delle città più visitate al mondo da turisti provenienti da ogni continente i quali rimangono estasiati nell’ammirare le bellezze della Ville Lumière. Per apprezzare in pieno la città occorre però disporre in ambito cittadino di un capillare sistema di trasporti, che permetta ad ogni individuo, sia esso nella capitale per lavoro o per turismo, di raggiungere qualsiasi meta in pochissimi minuti.
Rispetto ad altre capitali del nostro e di altri continenti, Parigi non risulta essere una città particolarmente caotica ed asfissiata dal traffico veicolare, e ciò accade in virtù della capillare rete di trasporto pubblico presente, gestita dalla locale azienda dei trasporti, la RATP.
Il mezzo pubblico più utilizzato all’ombra della Tour Eiffel è il Metrò, che nella città rappresenta una vera e propria istituzione. Costruito per l’Esposizione Universale del 1900, consta oggi di 16 linee, numerate dalla 1 alla 14, più la 3bis e la 7bis.
Tra queste 16 linee le più importanti sono sicuramente la linea 1, la quale raggiunge i luoghi simbolo della città quali gli Champs Elysées, l’Arc de Triomphe ed il Louvre, la linea 4, che raggiunge tre delle stazioni ferroviarie del centro città (Gare du Nord, Gare de l’Est e Gare Montparnasse), la linea 6, che serve l’Arc de Triomphe e la Tour Eiffel, e la linea 8, che fa fermata nei pressi del Musée des Invalides e dell’Opéra.
Complementare al Métro è la R.E.R. (Réseau Express Régional), una sorta di ferrovia regionale che attraversa Parigi e la sua periferia con un tracciato per la maggior parte sotto il suolo. Le linee della R.E.R. sono cinque, distinte per colori e contrassegnate dalle sigle RER A, RER B, RER C, RER D e RER E. La RER A consta di 5 diramazioni periferiche numerate da A1 ad A5 ed è la linea con maggior traffico di tutta la capitale connettendo Marne-la-Vallée e Boissy a Cergy Le-Haut e Poissy. La RER B, contraddistinta dal colore blu, va invece da Saint-Rémy e da Robinson a Mitry ed all’aeroporto Charles de Gaulle-Roissy. La RER C, linea gialla, possiede addirittura otto ramificazioni (da C1 a C8) ed è un importante collegamento tra la periferia occidentale parigina e quella meridionale. Rappresenta la linea più lunga tra quelle del R.E.R.. La RER D, di colore verde, collega Orry-la-Ville a Melun e Malesherbes, attraversando quindi la capitale da nord a sud.
La RER E infine, di colore viola, è la più corta e recente delle linee R.E.R. collegando il centro cittadino alla periferia orientale della capitale mediante quattro diramazioni.
Oltre a questi collegamenti su rotaia, la RATP gestisce anche collegamenti su gomma che, sfruttando il non eccessivo caos delle strade parigine, sono comunque sufficientemente rapidi e capillari. In particolare, collegamenti con gli autobus sono particolarmente vantaggiosi nei percorsi da/per gli aeroporti di Roissy e Orly, sebbene con quest’ultimo si possa optare anche per l’OrlyVal, metro leggera che lo congiunge con la RER B alla stazione di Anthony.

Come muoversi a Parigi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>