Come mantenere in forma il cervello

La cronaca quotidiana, specie in relazione alle innovazioni tecnologiche, è piena di esempi di persone creative, “Smart people” secondo un gergo tecnico molto in voga oltreoceano. Spulciando le loro interviste e biografie, ecco come costoro sono diventati i guru dei rispettivi settori.

 

Istruzioni

  1. Innanzitutto ci vuole autodisciplina: consumare alcool, fumare, fare sesso troppo precocemente nuoce alla qualità dei nostri pensieri. Prova ne è che i più virtuosi studenti di Harward, Princeton e del M.I.T sono quelli che maggiormente si sono autoregolati. Anche fare le ore piccole non giova molto: aumenta problemi cardiaci, di concentrazione e favorisce la depressione.

  2. Occorre essere tenaci: non dimentichiamo che Tomas Alva Edison fulminò oltre 1000 lampadine prima di riuscire nella sua impresa e che Albert Einstein non parlava ancora a 4 anni. Eppure…

  3. E’ sempre buona cosa mettere per iscritto i propri propositi: in questo modo si prende un impegno con se stessi. Condividere con gli altri questi obiettivi ci mette, per cosi dire, di fronte al fatto compiuto. Per non perdere la faccia, non potremo gettare la spugna.

  4. Altra prassi molto utile è quella di leggere. Sapevate che 15 minuti di lettura quotidiana espongono il cervello a oltre 1 milione di parole all’anno? In questo modo si accresce il proprio vocabolario, la capacità di scrivere e l’eloquio. Aumenta, ovviamente, anche la memoria, la capacità di deduzione, di operare connessioni, di meditare sulle questioni (in sintesi quella che viene chiamata la “Metagognizione”) e, infine, di risolvere le questioni ed i problemi (il “problem solving”).

  5. Anche il fare semplicemente le solite cose ma in modo diverso ha un suo perché: lavarsi i denti con la mano opposta a quella abituale, infatti, attiva sinapsi e percorsi neuronali differenti da quelli utilizzati abitualmente e, quindi, contribuisce a non atrofizzare alcune sezioni del cervello cui, per routine, si ricorre poco.

  6. Come ultimo punto, ma ciascuno potrà aggiungere i propri segreti di fitness mentale in calce al presente articolo, è sempre buona cosa il “socializzare”: il chiudersi in ambiti ristretti non fa altro che confermare ciò che già sappiamo ed in cui crediamo. Confrontarsi con altri, al di fuori dei propri ambiti tradizionali, costringe a fondare le proprie idee, a ridiscuterle, a valutare quelle altrui. In sintesi, a migliorare.

images3

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>