Come liberarsi dallo stress: quattro modi Zen per riuscirci

Se l’Occidente è malato di stress, l’Oriente giunge in soccorso con pratiche antiche ma a tutt’oggi molto efficaci. La filosofia Zen offre numerosi spunti per prendere la vita con più calma, e propone veri e propri esercizi fisici e mentali per raggiungere lo scopo. A quanti rivelano perplessità in merito, ricordiamo che le pratiche Zen sono persino insegnate nelle aziende, per rendere gli impiegati più sereni e, di conseguenza, maggiormente produttivi.
Ma passiamo alla partica, con quattro modi Zen per liberarsi dallo stress. Partiamo dal classico Zazen, la meditazione che libera la mente e induce ad una respirazione ottimale per placare corpo e pensieri. Ricordiamo che, secondo la filosofia buddhista, la nostra mente tende a saltare da un ramo all’altro come una scimmia. Inevitabile, prima o poi, cadere. Finalità della meditazione è imparare a tenere fermi i pensieri il tempo necessario per assaporarli, per esserne veramente consapevoli.
Praticare lo Zazen non significa stare seduti con le gambe incrociate tentando di creare il vuoto, ma sottintende molto altro. Per questo motivo è necessario affidarsi agli insegnamenti di un “maestro”, almeno in fase iniziale. C’è da dire che molti gruppi che praticano questa froma di meditazione sono aperti a chiunque sia interessato, senza richiedere alcuna spesa.
Un altra disciplina interessante è lo Stretching Zen, una ginnastica dolce che unisce lo Yoga alla meditazione. Un ottimo modo per mantenere tonico ed elastico il corpo senza sforzo, rilassando al contempo la mente.
Altro prinicpio dello Zen si concretizza nel Samu, ossia il lavoro manuale. Che sia rastrellare foglie secche, potare un albero,o fare lepulizie domestiche o svolgere il lavoro d’ufficio, poco importa. Ciò che conta è eseguire ogni attività con la consapevolezza del “fare”, la qual cosa, secondo i maestri, ci offre il giusto apporto di gioia e di felicità nel vivere qui e ora.
Infine, per il buddhismo Zen ridere per quindici minuti equivale a meditare per sei ore. La risata – come confermano seri studi scientifici – diminuisce la secrezione di ormoni dello stress.
Chi pratica le discipline Zen conferma i benefici sull’umore, e non solo. Meditare, fare Stretching Zen, e persino dedicarsi al Samu, portano giovamento a tutto l’organismo, talvolta attenuando dolori ossei e cefalee, facendo persino sparire problemi gastrointestinali.
E ancora, lo Zen aiuta a liberarsi dal superfluo ed è quindi consigliato a chi vuole smettere di fumare, perdere peso, liberarsi da vizi dannosi come l’abuso di alcol e il gioco. Meditate gente, meditate!

come-liberarsi-dallo-stress-quattro-modi-zen-per-riuscirci

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>