Come lavorare come estetista

Quello per diventare estetiste è un percorso che richiede studi specifici e naturale propensione al mestiere, oltre che una buona dose di pazienza e una certa quantità di ore da dedicare alle lezioni e allo studio. Di seguito ti elencheremo tutto ciò che devi sapere prima di intraprendere questa strada.

 

Istruzioni

  1. Quello delle estetiste è un settore in costante crescita e per apprendere la professione è quindi necessario essere delle persone qualificate e disponibili a continui aggiornamenti. In linea di massima esistono due tipi di estetiste: quelle specializzate e quelle qualificate.

  2. Le estetiste specializzate possono praticare a tutti gli effetti la professione ma lavorando all'interno di un centro estetico che non sia di loro proprietà, e dunque come dipendenti.

  3. Le estetiste qualificate possono invece mettersi in proprio, previa iscrizione alla camera di commercio, ed assumere dipendenti e stagiste.

  4. Per poter praticare la professione è necessario frequentare un corso a carattere formativo, che comprenda lezioni sia teoriche che pratiche e che sia regolarmente riconosciuto dalla propria regione. Gli orari dei corsi offerti dalle varie regioni italiane sono assolutamente variabili ma sono in genere flessibili e non richiedono moltissime ore settimanali, pur prevedendo però una certa quantità di studio autonomo da effettuare in casa.

  5. Trovare il corso più adatto alle proprie esigenze è semplice; è sufficiente contattare l'URP della propria regione o informarsi online e contattare direttamente la o le scuole prescelte per richiedere un colloquio.

  6. E' importantissimo entrare nell'ottica del fatto che non si studieranno soltanto materie inerenti al mondo della bellezza; la maggior parte dei corsi prevede infatti una certa quantità di lezioni dedicate alla formazione culturale, da sommare alle lezioni atte alla formazione professionale vera e propria. Le materie di formazione culturale sono, in sostanza, quelle studiate in un qualsiasi istituto d'istruzione superiore, ovvero: matematica, storia, economia, diritto, fisica e lingue (solitamente lingua italiana ed inglese, o comunque una lingua straniera alternativa).

  7. Le materie atte alla formazione professionale comprendono invece lezioni sia pratiche che teoriche; si parte dall'anatomia e dalla dermatologia per poi passare dall'area di studio chimico/cosmetica e andare a finire con gli studi di igiene ed alimentazione, il tutto unito ad una costante pratica in laboratorio estetico. Generalmente è poi prevista anche una sezione dedicata all'approccio con la clientela e alle norme di igiene e sicurezza sul lavoro.

  8. La durata del corso è di 2/3 anni: 2 anni sono sufficienti per vedersi rilasciare l'attestato di estetista specializzata, mentre per diventare estetiste qualificate è necessario seguire un terzo anno di studio ed un duro esame finale. La frequenza del 3° anno non è però obbligatoria dal momento che l'esame può essere sostenuto anche da estetiste specializzate che abbiano terminato almeno un anno di pratica all'interno di un centro estetico.

18_EST_1

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>