Come iniziare ad utilizzare una bicicletta da corsa

La bici da corsa è un sogno per molti amanti del ciclismo, che magari seguono le corse alla tv. Questa guida è dedicata ai principianti che si apprestano per la prima volta ad inforcare un modello di bicicletta da corsa.

Una premessa è doverosa, prima di iniziare: una bici da corsa è adatta soltanto a percorsi su strada, dunque niente sterrati. Per quel tipo di percorsi la bici più indicata è la mountain bike. Vediamo ora qualche consiglio per iniziare una sana attività sportiva con il mezzo più opportuno

 

Istruzioni

  1. Prima di dare inizio all'attività fisica, è sempre consigliata una visita medico-sportiva. Il medico sottoporrà il cuore ed i polmoni ad uno sforzo prolungato per verificarne la reazioni. L'esercizio consiste nel pedalare su una cyclette a resistenza crescente, mentre l'attività del cuore sarà monitorata tramite elettrocardiogramma. Se tutti i valori sono a posto, si potrà praticare l'attività sportiva senza problemi.

  2. Il secondo passo da compiere è la scelta della bici da corsa, passaggio piuttosto delicato. I parametri di cui bisogna tenere conto sono numerosi e farsi consigliare da un venditore esperto sarebbe una decisione saggia. Per non presentarsi al momento dell'acquisto di una bici da corsa totalmente a digiuno sull'argomento, ecco un piccolo sommario delle variabili da considerare.

  3. Il materiale della bici, in primo luogo: l'alluminio e il carbonio sono i più diffusi. Il primo ha il pregio di essere economico, ma più pesante, mentre il secondo fa della leggerezza la sua forza e per questo è più costoso.

  4. Le misure del telaio sono fondamentali per avere una bici il più possibile adatta al nostro corpo. I negozi specializzati possiedono telai di tutte le misure, fra i quali non sarà difficile trovare il più confacente alla nostra altezza e alla lunghezza delle nostre gambe.

  5. A livello economico è importante la scelta delle componenti, fra cui manubrio, pedali, sellino, cerchi e cambio. Si tratta di parti che possono essere molto costose, per cui è bene scegliere in base all'uso che si farà poi della bicicletta. Non avrebbe senso, infatti, investire svariate migliaia di euro in una bici da utilizzare per un paio d'ore (o anche meno) alla settimana.

  6. Ora non rimane che inforcare la bici nuova di zecca. Senza strafare, però: è importante partire piano, percorrendo distanze corte e medio-corte, per poi incrementare gradualmente la distanza e lo sforzo in base alla nostra resistenza fisica. Il chilometraggio iniziale consigliato oscilla fra i 30 ed i 50 km, da aumentare poco alla volta. Per le prime uscite è indicato mantenere un'andatura costante, senza fare scatti, e affrontare percorsi con un dislivello contenuto. Gli ultimi due consigli riguardano la sicurezza: occhio all'asfalto (specie se sconnesso e in discesa) e indossare sempre il casco ogni volta che si esce in bicicletta.

look-695 (1)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>