Come funziona YouTube Red e quanto costerà

Così come annunciato già da parecchio tempo, Google ha finalmente lanciato sul mercato l’atteso YouTube Red, il servizio di musica on-demand che manderà finalmente in pensione il suo predecessore Google Music Key e che permetterà agli utenti di usufruire di musica e video in modalità on-demand e senza la presenza di messaggi pubblicitari. Spotify avvisata!

Quanto costa YouTube Red e cosa offre

La versione a pagamento, che promette una visione libera da ogni incombenza pubblicitaria, si annuncia al grande pubblico con un costo di 9.99 dollari al mese: una piccola cifra destinata a salire solo per gli utenti iOS, che dovranno sostenere un costo di 12.99 dollari mensili per coprire i costi di Apple. La nuova piattaforma, inoltre, permetterà agli utenti di salvare i video preferiti e di rivederli in modalità offline, di visualizzare contenuti esclusivi ed inediti, di visualizzare i video preferiti in modalità background (l’applicazione può essere chiusa per permettere di utilizzare diversamente il proprio device, ma l’audio del video sarà comunque riprodotto) e di utilizzare il nuovo YouTube Music.

Nel corso del lancio ufficiale della nuova piattaforma di Google, YouTube Red, si è annunciata la ripartizione degli introiti ottenuti dagli abbonamenti mensili, presumibilmente suddivisi fra la stessa piattaforma e gli autori dei contenuti visualizzati. Tale ripartizione sarà possibile grazie agli accordi stipulati con gli stessi autori, con le case discografiche, con gli studi cinematografici, le emittenti televisive e tutti i soggetti che partecipano al progetto come fornitori di contenuti.

Una grossa novità introdotta in questa nuova versione a pagamento di YouTube è YouTube Music, un’applicazione dedicata alla musica collegata ai video visualizzati in modalità streaming. Tale applicazione dovrebbe essere lanciata a breve per poter essere utilizzata sulla nuova piattaforma di Google e potrà essere utilizzata in modalità gratuita, corredata dall’obbligatoria visione degli annunci pubblicitari, o sottoscrivendo un abbonamento, evitando l’incombenza della pubblicità. Si tratta di un’applicazione che si preannuncia di facile utilizzo ed ampiamente personalizzabile, grazie al ricco catalogo musicale.

YouTube Red, stando alle ultime indiscrezioni, sarà disponibile sul mercato degli Stati Uniti dal prossimo 28 ottobre e solo successivamente raggiungerà gli altri Paesi, fra i quali l’Italia. Nello stesso comunicato che ha annunciato al mondo la nascita della nuova piattaforma, YouTube ha tenuto a precisare che la classica piattaforma che da anni permette a milioni di utenti di visualizzare contenuti video non andrà in pensione, ma continuerà il suo lavoro egregiamente. Il ‘vecchio’ portale, infatti, sarà semplicemente affiancato dal ‘giovane’ prodotto di Google, potenziato ed arricchito nell’offerta e nelle modalità di fruizione.

Nonostante l’imminente lancio della nuova piattaforma sul mercato statunitense, il 2016 sembra rappresentare il vero punto di svolta per l’innovativo prodotto ideato da Google. Nel corso del prossimo anno, infatti, verranno forniti contenuti inediti e video originali accessibili esclusivamente agli abbonati, oltre a serie tv, documentari e film realizzati da alcuni dei grandi personaggi del mondo di YouTube, come PewDiePie. Si tratta di una trovata molto audace, ma fattibile, di trasformare un attuale business basato esclusivamente sulla pubblicità in una media company completa a 360°. Stando alle stime che hanno seguito il comunicato stampa di presentazione, infatti, se anche solo il 5% degli attuali utenti statunitensi della piattaforma classica decidesse di stipulare un abbonamento con la versione Red, Google incasserebbe dalla neonata applicazione circa un miliardo di dollari in più.

La piattaforma YouTube Red, presentata dai media statunitensi già lo scorso anno, ma resa disponibile dalla casa produttrice Google solo oggi, è sorta dall’intuizione di Robert Kyncl, il papà di YouTube. Kyncl ha osservato il mercato ed ha notato che molti utenti solo negli ultimi mesi hanno sottoscritto servizi a pagamento su Internet a ritmi sostenuti, facendo riferimento alle diverse opzioni proposte da Sportify e da Apple Music per il settore musicale, o da Hulu e Netflix per il settore delle serie Tv e dei film. YouTube Red, quindi, si vuole collocare sul mercato come un punto di incontro fra le diverse piattaforme, aggiungendo una serie di ulteriori servizi forniti in esclusiva ai suoi abbonati.

 

img_1513460443353431.png

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>