Come funziona una moratoria di sgombero

Lo sfratto di un inquilino per morosità vede come atto finale la moratoria di sgombero.
Per arrivare allo stesso occorre, però, che esista un contratto d’affitto valido scritto e, ancor più importante, registrato
In questo caso, laddove l’inquilino non abbia proceduto al pagamento del canone d’affitto, il proprietario ha facoltà di procedere con le pratiche burocratiche finalizzate allo sgombero e alla restituzione dell’immobile e delle relative chiavi.
Per far ciò sono necessarie preliminarmente alcune condizioni, vediamole insieme preliminarmente

Cosa sapere in caso di sfratto

• Come abbiamo già visto la presenza di un regolare contratto registrato
• Il pagamento dell’affitto deve essere in ritardo di almeno 20 giorni dalla sua naturale ; in questo caso il locatore deve procedere innanzitutto con una diffida avente per oggetto la risoluzione del contratto, prima di procedere con le vie legali, finalizzate allo sfratto e al recupero dei compensi dovuti.
• Diversamente a quanto si pensi il locatore può procedere anche in caso di inquilino disoccupato. Questi, però, ha la possibilità di informare il proprio Comune, visto che in alcuni casi esistano sussidi erogati all’inquilino per fronteggiare situazioni di questo tipo.
• L’inquilino, inoltre, ha la possibilità di ottenere dal giudice, in sede giudiziaria, il cosiddetto “termine di grazia”, ossia un lasso di tempo entro il quale si impegna a corrispondere al proprietario l’ammontare delle mensilità non corrisposte.
• Lato temporale, però, occorre sottolineare come,di norma, in presenza di inquilini che occupino abusivamente una casa, senza pagare l’affitto e senza adempiere alle disposizioni legali di una moratoria di sgombero, l’intervento di un ufficiale giudiziari di rado avviene  prima di un anno
• Da parte del locatore, però, l’obbligo di restituire all’inquilino gli oggetti che questi abbia lasciato nell’immobile, accollandosene le spese, se la restituzione avviene via posta.

Come funziona la moratoria di sgombero

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>