Come fare il rame di Napoli, dolce catanese per il giorno dei Santi

Per il dolce di Ognissanti occorre non solo andare in Sicilia, quanto nel passato, quando le truppe dei Borboni strapparono all’Austria il Regno di Sicilia, evento celebrato a Catania anche a tavola con la creazione di biscotti di cacao, tanto buoni quanto morbidi.
Il piatto deve il suo nome al fatto che l’annessione portò alla realizzazione di monete di rame, che andavano a sostituire le precedenti d’oro e d’argento, da qui il nome al dolce di rame di Napoli.

 

Come preparare il rame di Napoli

Ingredienti

( Dosi per una quindicina di biscotti)

  • 500 g. di Farina “00”
  • 350 ml. di latte
  • 200 g. zucchero semolato
  • 75 g.  burro morbido
  • ½ bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 50 g. di miele
  • 3 cucchiai di cannella in polvere
  • 200 g. cioccolato fondente
  • 75 g. cacao in polvere
  • (per la decorazione) granella di pistacchio q.b.

Preparazione

All’interno di una planetaria, lavorate dapprima burro e zucchero, aiutandovi con una frusta o a mano, prima di aggiungervi cannella, il miele e il cacao, precedentemente setacciato. Dopo aver lavorato bene il tutto, setacciate la farina, aggiungendovela insieme al lievito, prima di versare a filo il latte indicato precedentemente.

Dovreste ottenere un impasto denso e appiccicoso, che andrà messo in forno, ad una temperatura di 180°C. Il composto dovrebbe essere versato, aiutandovi con una sac  à poche, in placche rivestite da carta da forno, realizzando forme rotonde.
Il tutto andrà cotto sino a quando i biscotti si presenteranno asciutti in superficie, restando opache sul dorso, ma avendo cura che restino morbide all’interno.

Per finire, a bagnomaria (o se preferite nel microonde), sciogliete il cioccolato che andremo ad utilizzare per la glassa, prima di decorare le rame di Napoli con pistacchio in polvere. Una volta completamente asciutte gustate queste prelibatezze o confezionatele per un regalo apprezzato quanto goloso.
Se volete conservarle – trattandosi di dolci preparati senza alcun conservante – utilizzate un contenitore ermetico, onde evitare che, con il trascorreri dei giorni, finiscono per seccare all’interno.

rame di Napoli ingredienti e preparazione

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>