Come fare il pane sciapo in casa

Quanto è importante il pane nella dieta di tutti noi lo sappiamo tutti. Nel nostro Paese abbiamo un’antichissima tradizione e ogni regione ha pani diversi e tutti buonissimi.
La guida di oggi ci insegnerà a fare un ottimo pane senza sale, tipico delle regioni Toscana ( pane sciocco) e Umbria ( pane sciapo ).
Lo facciamo in casa, anche perchè farlo in casa è ormai di moda.
Farlo in casa, non è affatto difficile e la soddisfazione sarà enorme.
Gli ingredienti sono pochi.

400 grammi di farina 00,
200 grammi di farina manitoba,
320 ml di acqua,
10 grammi di lievito di birra,
10 grammi di zucchero o malto.

Per prima cosa prendiamo l’acqua e riscaldiamola a circa 37 gradi, non di più perchè non svilupperebbe la lievitazione.
Sciogliamo bene il lievito e lo zucchero in quest’acqua calda.
Nel frattempo prendiamo la classica tavola per impasti e mettiamoci le due farine miscelate.
Facciamo la classica fontana e versiamo tutta l’acqua tiepida. Incominciamo ad impastare fino ad ottenere un impasto elastico e morbido. Non preoccupiamoci se appiccica un pò.
Prendiamo un’insalatiera grande e mettiamoci l’impasto a lievitare coperto da un panno, possibilmente di lana.
Facciamo passare almeno un’ora se in estate e due ore con clima più freddo.
Ora prendiamo una teglia e rivestiamola con carta da forno.
Prendiamo l’impasto e impastiamolo di nuovo.
Diamo la forma classica del filone e mettiamolo nella teglia. Copriamolo e facciamolo raddoppiare di volume.
Riscaldiamo il forno a 180 gradi, mettiamo il nostro pane e cuociamolo per almeno 40 minuti.
Controlliamo la cottura e lasciamolo raffreddare in forno.

Il pane sciapo, è un ottimo pane che risalta tutti i sapori e ha un’ottima conservabilità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>