Come disabilitare (o nascondere) SkyDrive/OneDrive in Windows 8.x

Onedrive (ex SkyDrive) è il cyberlocker di Redmond che è stato integrato nell’ultima versione dell’Os di casa, Windows 8.1. Questo vuol dire che, andando in “Esplora Risorse”, è possibile visionare le nostre cartelle remote come se esse fossero fisicamente presenti sul Pc. Idem per i file in esse contenuti. Se siamo soliti non usare questo sistema di archiviazione dei file o se abbiamo la consuetudine di avvalerci di GDrive, di Mega o di altri servizi similari, possiamo intervenire in modo da disabilitare l’integrazione tra OneDrive e Windows 8.x: in questa guida vedremo come operare per ottenere il nostro proposito.

 

Istruzioni

  1. Il metodo più semplice è quello di intervenire sui criteri di gruppo locali (C.G.L), tuttavia non presenti su tutte le versioni di Windows 8. Per sondare l’attuabilità di questa soluzione, andiamo in Start>Esegui e digitiamo “gpedit.msc”.

  2. Se i C.G.L sono presenti, verrà visualizzata la relativa finestra: portiamoci su “Criteri Computer Locale” ed espandiamolo in modo da visualizzare un’altra voce da espandere, “Configurazione computer”. Fatto ciò visualizzeremo la voce “Componenti di Windows”: espandiamo anche quest’ultima e troveremo in elenco “SkyDrive”. Selezioniamolo e, a destra, clicchiamo due volte su “Impedisci uso di SkyDrive per archiviazione file” per, poi, fare “Attivata” ed “Ok” nella finestra successiva. Al riavvio di Windows 8.x, Onedrive non dovrebbe più apparire in Esplora Risorse mentre, per ripristinarlo, basta tornare all’ultimo passo e scegliere “Non configurata”.

  3. Nel caso i C.G.L non fossero presenti sul nostro Windows 8.x, dovremo intervenire sul registro, dopo averne fatto un backup preventivo. Torniamo in “Esegui” e scriviamo “Regedit”. Entrati nel registro, seguiamo - di espansione in espansione - il seguente percorso “HKKEY_LOCAL_MACHINE>SOFTWARE>Microsoft>Windows”: sulla destra cerchiamo la chiave “SkyDrive”. Selezioniamola con un doppio click, se già presente (altrimenti dovremo creare un Dword nuovo di 32 bit), e diamole come valore esadecimale “1”. Ovviamente, per tornare indietro, all’ultimo step basterà sostituire il valore inserito con uno “0”. Anche in questo caso, se tutto è stato fatto correttamente, al prossimo riavvio saremo senza OneDrive.

  4. E se volessimo solo nascondere questa comunque utile integrazione di sistema? Sempre nel registro di sistema dovremo seguire un itinerario differente, “HKEY_CLASSES_ROOT>CLSID>{8E74D236-7F35-4720-B138-1FED0B85EA75}>ShellFolder”: in questo caso, se abbiamo le autorizzazioni complete per modificare questa sezione ben associate al nostro account utente, dobbiamo cercare a destra la chiave “Attributes” e, dopo averla cliccata due volte, impostarne ad “0” il valore esadecimale. Al prossimo reboot di sistema, OneDrive non verrà più mostrato nell’albero ad espansione del nostro “Esplora Risorse”.

skydrive_desktop_app_folder2

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>