Come difendersi dalle RC auto false

Scoraggiati dai prezzi elevati delle polizze assicurative, alle volte capita di rimanere allettati da proposte che appaiono decisamente vantaggiose.Tuttavia queste si rivelano spesso delle truffe e dunque in caso di incidente non ci sarà nessun rimborso.
Come evitarlo?
Riconoscere una polizza falsa non è sempre facile: ecco alcune semplici indicazioni.
Molto spesso vengono utilizzati nomi molto simili a le assicurazioni più note, sostituendo magari anche solo una semplice vocale o una consonante, in modo tale da trarre facilmente in inganno i clienti. Facciamo dunque particolare attenzione ai dettagli!
Prima di firmare una qualunque assicurazione “alternativa” alle più comuni, tuteliamoci consultando l’apposito sito dell’ ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) http://www.isvap.it.
Presso questo sito potremmo facilmente trovare due elenchi: uno relativo alle polizze ufficiali, e dunque autorizzate legalmente a operare su tutto il territorio nazionale, e un secondo elenco recante la lista delle Assicurazioni false fino ad ora segnalate alle autorità.
Questa ultima lista si divide ulteriormente in due sezioni, distinguendo le società NON autorizzate dagli avvisi di contraffazione, dove invece troverete le società che utilizzano nomi ingannevoli, come illustrato sopra.
Se invece la polizza assicurativa viene stipulata Online, in questo caso vi sarà d’aiuto il sito dell’IVASS ( Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni).

Quindi, prima di stipulare qualsiasi contratto assicurativo verifichiamo:

 

 

Istruzioni

  1. Presso i siti ISVAP e IVASS, se la compagnia alla quale ci stiamo rivolgendo è abilitata a operare in Italia e se è abilitata al RAMO SPECIFICO d’interesse (in questo caso Rc auto);

  2. Sempre sul sito del ISVAP verifichiamo che il nostro intermediario sia realmente abilitato alla professione assicurativa consultando il RUI ( Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi) ;

  3. Infine verifichiamo la qualità e la veridicità del tagliando alla vista e al tatto: la qualità della carta purtroppo non è più un parametro decisivo in quanto sempre più frequentemente anche le maggiori compagnie assicurative stampano su carta bianca di qualità comune. Uno degli indicatori decisivi per la nostra verifica rimane il tratteggio ai lati del tagliando, ossia quello che ci permette di staccarlo dal certificato: se il tagliando è originale dovremmo poterlo agilmente staccare seguendo il tratteggio.

4833-polizze-assicurative-false

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>