Come deframmentare ed ottimizzare il disco fisso con DIskDefrag

Windows, di per sé, è un sistema operativo molto completo: a ben cercare, è possibile trovarvi ogni sorta di tool interno. Anche un deframmentatore.
Il problema è che molti di questi programmi interni non vengono aggiornati, nel funzionamento, da molto tempo. Per questo motivo, in genere, si ricorre a programmi di terze parti. In questa guida vedremo come utilizzare un ottimo programma gratuito di defrag per migliorare e velocizzare l’accesso ai nostri file più utilizzati.

 

Istruzioni

  1. Mettere i file inutili nel cestino e cancellarli. Procedere alla disinstallazione di un programma inutile. Sono, queste attività normalissime che, però, lasciano molti buchi tra i settori del nostro hard disk. Un programma di defrag si occupa, appunto, di compattare questi spazi liberi e, in tal senso, un programma davvero performante risulta essere "Auslogic DiskDefrag" (http://www.auslogics.com/en/software/disk-defrag/).

  2. Una volta scaricato ed installato il programma, avviamolo. La schermata principale del sw ci mostrerà l'elenco degli hard disk, interni ed esterni, del sistema. Selezioniamone uno, col tasto destro, e scegliamo una delle voci che appariranno: "Analizza" valuta il grado di frammentazione dell'hdd, "Deframmenta" opera un defrag e, infine, "Deframmenta e Ottimizza" opera il defrag e trasferisce i file più usati nei settori cui si accede più rapidamente (quelli più esterni nell'hdd meccanico).

  3. Infine, non manca, la possibilità di fare anche un ChkDisk per controllare e correggere la presenza di errori tra i settori dell'hard disk.

  4. Quale che sia l'attività di manutenzione dell'hdd scelta, nelle "Impostazioni" del programma è possibile stabilire sia la priorità del processo di defrag che la pianificazione del medesimo ad orari fissi e ricorrenti, in modo da automatizzare questa tipologia di manutenzione cosi necessaria sugli hdd meccanici.

Auslogics-Disk-Defrag-Free

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>