Come cucinare il piatto libanese rqaqat Jibneh

Il Rqaqat jibneh è un piatto molto apprezzato e diffuso nel mondo arabo, per via del suo profumo e del suo sapore intenso. È una ricetta di origine libanese (in italiano diventa “sfogliatine al formaggio”) e per realizzarla serve pasta sfoglia e formaggio salato. Ecco la procedura per dare un tocco arabeggiante alla vostra cucina.

Ingredienti per 4 persone:
– 500 grammi di pasta sfoglia o pasta brisé
– 500 grammi di formaggio fresco tipo feta, caprino o primo sale
– 50 grammi di burro
– Prezzemolo
– Menta in polvere secca
– Sale
– Pepe

Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 20 minuti
Difficoltà: Facile

Preparazione:

In una terrina ampia, sminuzzare il formaggio fresco con l’ausilio di una forchetta. Aggiungere di seguito una presa di menta in polvere ed una spolverata di prezzemolo fresco precedentemente tritato, il sale ed il pepe. Far attenzione a non esagerare nel dosaggio della menta in polvere altrimenti si rischia di alterare il sapore delicato del formaggio.
Amalgamare accuratamente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto soffice ed omogeneo.
Da parte, stendere bene la pasta sfoglia (se la si acquista al supermercato meglio preferire la forma rettangolare) e tagliarla a strisce larghe 10 centimetri circa.
Disporre su ogni striscia di pasta sfoglia un cucchiaio dell’impasto di formaggio aromatizzato, dopodiché procedere ad arrotolare ciascuna striscia dandogli una forma simile ad un cannellone, facendo bene attenzione a sigillare la pasta ai bordi per impedire la fuoriuscita del formaggio in fase di cottura.
Preparare una placca da forno rivestita di carta oleata o carta d’alluminio e sistemarvi sopra i roll di pasta sfoglia, facendo attenzione a distanziarli l’uno dall’altro di circa tre-quattro centimetri, onde evitare che si attacchino l’uno all’altro in cottura.
Spennellarne la superficie con il burro fuso oppure con del latte o dell’albume d’uovo, in modo da ottenere una piacevole doratura una volta cotti.
Infornare ad una temperatura di 170 gradi per 20 minuti circa.
Servire i rqaqat jibneh caldi, come antipasto o secondo piatto, sistemandoli su un ampio piatto di portata, guarnendoli con ciuffetti di prezzemolo e foglie di menta fresche. La consistenza ideale di questi cannelloni a fine cottura dovrà risultare croccante esternamente e morbida all’interno. Buon appetito!
Nota: Se gradito, durante la preparazione si possono aggiungere all’impasto delle olive nere o verdi, sminuzzate oppure in paté, per arricchirne il sapore. A seconda dell’effetto sensoriale che si vuole creare nel palato, e per armonizzare l’equilibrio tra croccantezza esterna e morbidezza interna, si può scegliere di utilizzare in sostituzione della pasta sfoglia quella fillo o anche la brisé.

Rqaqat jibinevh

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>