Come costituire una Onlus

Nonostante avviare un’organizzazione benefica non sia semplice, seguendo questa guida ed applicando la giusta dose di pazienza e sacrificio, potrete riuscire ad avviare la vostra Organizzazione non lucrativa di utilità sociale.
Ogni Onlus deriva da una causa nobile e condivisa da altre persone. Ci sono molte categorie di buone cause. che vanno dal religioso allo scientifico, dalla beneficenza alla letteratura, dalla sicurezza pubblica alle campagne di sensibilizzazione. Un fondo fiduciario, fondazione privata con un unico donatore, è un’altra opzione per chi volesse raccogliere soldi: lo scopo può essere la destinazione di beni a finalità caritatevoli, ma anche protezione patrimoniale, o gestioni fiduciarie.

 

Istruzioni

  1. Una volta deciso che tipo di organizzazione benefica vorrai avviare, bisognerà definire specificamente di cosa si occuperà. Una "mission", parole chiave da comunicare ai volontari o a potenziali finanziatori, dovrà essere chiara, breve ed efficace nel comunicare i tuoi obbiettivi e le tue sfide. Anche il nome dell'organizzazione ha la sua importanza: potrà avere a che fare con la funzione, oppure avere il nome di chi ha ispirato la fondazione.

  2. La Fondazione dovrà avere inoltre un atto costitutivo: si tratta di un documento che definisce il nome, lo scopo, la durata, la struttura ed altre caratteristiche dell'associazione. Se non avete idee, ricordatevi che in rete è pieno di modelli da cui prendere spunto!

  3. Lo stesso vale per lo statuto, o regolamento: ricordatevi che, qualora dovessero sorgere problemi e irregolarità, un regolamento è essenziale.

  4. Ogni associazione è inoltre dotata di un organo ufficiale che andrà nominato: un Presidente e dei Consiglieri. Il tutto si articola in organi ufficiali, come l'Assemblea dei soci, e un Consiglio direttivo, Revisori dei conti. La commissione è normalmente composta dai donatori o da partner di rilievo.

  5. Per essere riconosciuta dallo Stato, la tua associazione dovrà essere presentata all'Ufficio del Registro, oppure dovrà essere registrata da un notaio. L'articolo 11 del decreto legislativo 460/97 regola la costituzione di enti non-profit, che vanno approvati dal ministero competente, e, in seguito, dalla Presidenza della Repubblica.

  6. Il raccoglimento fondi è in seguito una parte importante della gestione del tuo ente. Mantenere una rete di contatti è un punto essenziale: frequenta membri di organizzazioni analoghe alla tua, presenta al meglio la tua associazione a potenziali donatori. Un sito internet realizzato in modo professionale, ed in generale un atteggiamento professionale, sono essenziali perché tutto funzioni. Non bisogna mai scoraggiarsi, e bisogna farsi vedere dalla propria Comunità, pubblicizzando a dovere ciò che si fa, ed entrando in contatto con altre organizzazioni attraverso partnership.

  7. Prima di iniziare l'opera benefica, è opportuno raccogliere fondi operativi almeno per un anno: organizzare eventi è un ottimo modo per raccogliere fondi, possibilmente raggruppando gente e tenendo unita la propria comunità.

HP_news_ONLUS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>