Come automatizzare pc e smartphone con IFTTT

Sia nell’uso del computer che dello smartphone, sono sempre più le attività ripetitive che si è costretti a fare e che sottraggono tempo che potrebbe essere utilizzato in altro modo. In questa guida vedremo come automatizzarle e liberarci dalla routine…digitale!

 

Istruzioni

  1. A questo punto possiamo scegliere un automatismo già realizzato da altri: andiamo alla voce "Browse" e navighiamo tra le routine già realizzate. Possiamo scegliere di impostare automaticamente lo smartphone su "muto" con vibrazione appena giungiamo in ufficio. Oppure, se abbiamo in programma una gita fuori porta, di ricevere una notifica se l'applicazione meteo prevede il sole per la giornata successiva.

  2. Se abbiamo la fortuna di trovare la routine che fa al caso nostro, clicchiamo su "Use" ed attiviamo i servizi (channels) da connettere o sul web o sullo smartphone.

  3. In caso contrario, clicchiamo su "Create" e realizziamo da soli la nostra routine: scegliamo il "channel" di tipo "trigger" (ovvero la condizione scatenante) - ad esempio la cartella pubblica di Dropbox - ed attiviamolo.

  4. Successivamente, scegliamo il channel-conseguenza: per esempio Twitter ed attiviamolo. Concludiamo la procedura confermando la creazione della routine (Recipe).

  5. In sostanza abbiamo detto al servizio che quando caricheremo un file nella public directory del nostro Dropbox, il medesimo file sarà condiviso con il pubblico dei nostri followers su Twitter.

  6. Da notare, infine, che le proprie routine create possono essere distribuite grazie al comando "Share": in questo modo, fermo restando l'inviolabilità dei nostri account, tutti potranno sfruttare - concettualmente - le soluzioni di automatismo da noi ideate.

ifttt-logo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>