Come applicare i filtri interattivi di Obscure, l’app che unisce foto-ritocco e gioco

Sin ora i programmi di foto-ritocco mobile si sono sempre “limitati” ad essere semplici ed intuitivi, a volte creativi.
Nel caso di “Obscure”, l’applicazione oggetto di questa guida, possiamo parlare addirittura di un funzionamento divertente ed interattivo: quasi…un gioco!

 

Istruzioni

  1. "Obscure" è un'applicazione disponibile nella sezione fotografica del PlayStore di Android (http://goo.gl/udqywq) e richiede la creazione di un account tramite le credenziali di GooglePlus.

  2. Espletata questa fase, e dopo il tutorial iniziale, possiamo scattare una foto o utilizzarne una già presente nella nostra Galleria, locale o meno (es. in "Foto").

  3. La foto verrà caricata e sarà suscettibile di ricevere uno dei tanti filtri presenti nella toolbar in basso: i filtri, di base, oscurano la foto ma i nostri gesti stabiliranno la natura e l'entità di tale oscuramento.

  4. "Luce spot", ad esempio, permetterà di illuminare un piccolo angolo della foto, da noi scelto tramite un tap sulla medesima mentre "Cerniera" consentirà di visualizzare il contenuto dell'immagine solo aprendo, a mo' di sipario, la cerniera che nasconderà l'istantanea trattata.

  5. "Puzzle" scomporrà la foto in tessere di un puzzle che noi potremo riordinare secondo l'ordine che preferiamo e "Fiamme", invece, farà bruciare la nostra foto e solo il soffiare in alcune zone della medesima consentirà di scostarne le vampate e, quindi, di salvare qualche zona d'immagine.

  6. Concluso l'applicazione di questi ed altri filtri dinamici, o di qualche sticker, potremo salvare il lavoro e condividerlo tramite le applicazioni di messaggistica, o tramite l'elenco dei contatti abilitati all'uso di questa medesima applicazione.

obscure-header-664x374

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>