Come accorciare un url troppo lungo

Navigando per la Rete, spesso, ci si imbatte in qualche notizia interessante che vogliamo condividere. In tal caso la prassi prevede di copiare l’url e di includerlo in una mail. Il problema, in casi del genere, consta nella lunghezza del link che condividiamo. L’indirizzo scambiato, infatti, può indicare una sottosezione del sito e, per questo motivo, l’url può “spezzarsi” – nella mail – in più “tronconi”. Risultato? Per i più distratti o poco esperti, diventa pressoché inutilizzabile: provando a cliccare una delle tranche dell’url, infatti, si viene rimandati ad una pagina bianca che ci avvisa di una destinazione…inesistente! Quest’inconveniente si presenta anche qualora volessimo condividere il sito tramite Twitter che consente messaggi di massimo 140 caratteri. Come aggirare queste restrizioni ed evitare tali inconvenienti? Facendo…restringere l’indirizzo web incriminato!

 

Istruzioni

  1. Per assolvere a tale scopo troviamo diversi tool online definiti "shortner" (accorciatori). Persino Google (https://goo.gl/) non si è lasciata scappare quest'occasione di conoscere le nostre abitudini di navigazione.

  2. Se, invece, vogliamo un servizio di terze parti, possiamo rivolgerci a "I like it" (http://i.like.it/). Si tratta di un servizio, completamente gratuito, che non richiede per l'utilizzo di alcuna iscrizione, anche se la stessa ci consentirà, comunque, di usufruire di tutta una serie di preziose statistiche.

  3. Ultimata l'iscrizione ed entrati nel servizio in questione, in alto inseriamo il link da accorciare nella stringa ("PAST LONG URL") e clicchiamo su "Shorten". Una mascherina ci presenterà il risultato, un link corto, consentendone la condivisione su social o la possibilità di copiare lo stesso QR Code. Inoltre ancor più comoda la possibilità, attraverso l'apposito tasto " COPY", di copiare il risultato per poi esportare la nuova url.

  4. Non mancano le possibilità di utilizzare opzioni avanzate, potendo disporre della possibilità di operare attraverso un alias, disporre di una propria pwd, di personalizzare i propri url o ancora ( in caso di pagine diverse a seconda delle diverse nazionalità) reindirizzare gli utenti utilizzando lo stesso Url.

  5. Come anticipavamo, l'iscrizione, poi ci consente di usufruire di tutta una serie di ulteriori informazioni, quali gli url che abbiamo processato, il numero di clic effettuato per ciascuno di essi, la classifica dei nostri post più popolari, in questo modo potendo tarare le nostre scelte di condivisione e tante altre utili funzioni tutte da scoprire...

I Like it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>