Come accedere ai siti bloccati

Navigando per la rete ci sarà capitato di imbatterci in alcuni siti non visualizzabili nel nostro Paese. In alcuni casi (es. radio Pandora o Netflix) si tratta di portali multimediali che non hanno raggiunto un accordo con chi, nel nostro Paese, tutela il diritto d’autore. In altri casi si tratta, invece, di siti pirata (es. Piratebay) che indicizzano o distribuiscono contenuti in totale violazione delle leggi nazionali. Non sono rari, comunque, i casi di siti censurati solo per il genere di notizie che veicolavano. In questa guida vedremo come aggirare questo blocco e rendere disponibile alla navigazione più di 6300 siti web.

 

Istruzioni

  1. Una prima soluzione consiste in un uso poco ortodosso del traduttore di Google (http://bit.ly/1nk1Skg): inseriamo nel box di testo di sinistra l’indirizzo di un sito bloccato e clicchiamo su “traduci”: a destra comparirà l’url tradotto e passato attraverso i server di Google. Da quel momento quel dato sito web diverrà navigabile.

  2. Un’altra soluzione, poi, consiste nell’uso di un add-on per Firefox, Anonymox (http://adf.ly/1202286/anonymox). Dopo aver installato questa estensione, comparirà una X in basso a destra sulla barra di stato del browser: facciamoci su un click col tasto destro del mouse in modo da aprirne le impostazioni.

  3. Questo ci consentirà di scegliere se nascondere l’IP reale, se mostrare il finto IP di una data nazione, come gestire i cookies del sito visitato, se far risultare il nostro Referer (sito di provenienza) ed il nostro user-agent (il browser che usiamo). Volendo, per gli utenti premium, è possibile disporre di maggiore velocità di navigazione e di maggiori opzioni anticensura.

internetcensorship_cover

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>