Come abituare il gatto alla lettiera

Chi decide di adottare un gatto lo fa spesso per amore degli animali, ma non sempre si rende conto delle molteplici responsabilità di cui si sta caricando e delle difficoltà a cui andrà incontro.
I gatti infatti sono animali molto indipendenti e mantengono sempre questa loro caratteristica, nonostante vengano addomesticati.
Una delle prime difficoltà che ci si trova ad affrontare, dopo aver accolto un gattino nella propria casa, è quello di farlo abituare alla lettiera.
I gatti sono infatti animali molto puliti e anche per quanto riguarda il posto in cui fare i propri “bisogni” sono parecchio schizzinosi.
Un valido metodo è quello di sistemare la lettiera in un luogo della casa abbastanza nascosto, per garantire al gatto la propria privacy.
L’ideale è ovviamente un locale ben areato, ma in mancanza d’altro il bagno è perfetto.
Dopo aver posizionato la lettiera, questa va riempita con della sabbia appositamente studiata per questo scopo che si può comprare sia nei negozi per animali che nei supermercati.
Anche la lettiera può essere acquistata nei negozi di animali e costa circa 35 euro, mentre comprandola in un grosso supermercato la si può trovare anche a circa 15 euro.
La sabbia con cui riempire la lettiera invece ha un costo variabile, a seconda del tipo e della marca, che oscilla tra i 2 e i 5 euro al kilo.
Anche in questo caso si risparmia qualche euro comprandola al supermercato invece che nei negozi specializzati per prodotti per animali.
Il gatto va abituato subito alla lettiera perchè in questo modo saprà che ha uno spazio dedicato solo a lui e non farà i propri “bisogni” in giro per casa.
Per abituarlo alla lettiera bisogna prenderlo in braccio e riporlo all’interno della lettiera per fargli prendere confidenza con la sabbia.
Il gatto incomincerà subito, per istinto naturale, a scavare la sabbia e a fare qualche goccia di urina per marcare il territorio.
Non bisogna mai spruzzare nella lettiera profumi o sostanze profumate perchè i gatti sono molto sensibili agli odori e penserebbero che quello spazio è occupato da un altro gatto o comunque da un altro animale.
A causa di questo non utilizzerebbe la lettiera per fare i suoi bisogni, ma cercherebbe all’interno della casa un altro posto, magari il letto matrimoniale, provocando l’estrema disapprovazione del legittimo proprietario.
Per abituarlo alla lettiera è inoltre sempre utile sgridare il gatto quando fa i propri bisogni fuori da essa e per farlo basta dirgli in modo fermo e deciso “no!” avvicinandogli il muso alla sua urina.
Bisogna poi riportarlo nella lettiera in modo che finisca di fare i propri bisogni all’interno di essa.
Educare il gatto alla lettiera è di fondamentale importanza per garantire una piacevole convivenza, anche perchè l’urina del gatto ha un odore molto forte e difficilmente si riesce a farlo scomparire, soprattutto dai divani e dai materassi di casa.
Si evita inoltre in questo modo di avere sorprese al rientro a casa, scoprendo magari che il nostro amato animaletto ha lasciato un “ricordino” proprio sopra la nostra coperta preferita!

come-abituare-il-gatto-alla-lettiera

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>