Come combattere il mal di primavera

Molti considerano la primavera la più piacevole tra le stagioni. Molti, ma non i due milioni di italiani che in questo periodo sono colpiti da una vera e propria sindrome, il cosiddetto mal di primavera.

Ovviamente non si tratta di una malattia in senso stretto, ma di un disagio che il nostro corpo avverte a causa del cambio di stagione. Tale disagio si manifesta con una sintomatologia ben precisa: spossatezza, insonnia, emicrania, sbalzi di umore, difficoltà a concentrarsi. Insomma, un senso di stanchezza fisica e mentale ci assale al punto da trasformare la stagione dei pic-nic all’aria aperta, dei gelati e delle passeggiate in bicicletta, in una “maledetta primavera”. Ma quali sono le cause di questo malessere? E soprattutto, come possiamo correre ai ripari?

Semplice dare la colpa al cambio di stagione. Ma cosa vuol dire esattamente? Insomma, chi è il vero responsabile del mal di primavera? Gli esperti ritengono che siano il passaggio dal freddo al caldo e la modificazione della quantità di luce a determinare questa sindrome stagionale. Ancora con i maglioni ed i cappotti sulle spalle, arriviamo impreparati ai primi caldi. A peggiorare le cose c’è il meteo ballerino degli ultimi anni, che alterna cielo grigio e cielo sereno. Questi sbalzi climatici non aiutano chi è meteoropatico, peggiorando il suo stato d’animo. Anche il numero di ore di luce che improvvisamente aumenta con il passaggio dall’ora legale a quella solare comporta dei cambiamenti a livello cerebrale. Ecco quindi spiegati l’irritabilità e l’umore altalenante.

Gli ultimi dati raccolti rilevano che sono soprattutto le donne a soffrire il mal di primavera. La temperatura si alza e la loro pressione si abbassa. Un’altra fascia della popolazione altrettanto colpita da questi disturbi è rappresentata da chi già è solitamente afflitto da disturbi dell’umore. Ma statistiche a parte, i fastidi di questa stagione pesano un po’ su tutti. Accade semplicemente perchè il nostro organismo non è in grado di adattarsi subito ai cambiamenti. Ciò non significa che dobbiamo armarci di santa pazienza nell’attesa che la stagione si assesti e il nostro corpo si adatti. Il mal di primavera va affrontato, vediamo come.

Per contrastare il mal di primavera basta intervenire sul proprio stile di vita. La prima a dover essere modificata è l’alimentazione. Mangiare in maniera leggera ed equilibrata, introducendo grandi quantità di frutta e verdura, è indispensabile per ritrovare forma e benessere. Aiutiamoci anche con yogurt, frullati e gelati alla frutta. Anche i succhi di frutta vanno bene, poiché il nostro corpo deve essere sempre idratato e deve fare il pieno di vitamine. Seppur travolti da impegni lavorativi, dedichiamo sempre un po’ di tempo all’attività fisica all’aria aperta. Passeggiate in bici, corsa o camminata al parco sono l’ideale per ricaricarsi. Vestiamoci sempre “a cipolla”, dormiamo le classiche otto ore, e per chi crede nella validità dei rimedi naturali è utile un salto in erboristeria. Per rifornirci di cosa? Pappa reale e ginseng, perfetti contro stress e affaticamento.

mal di primavera

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>