Come celebrare il Natale senza regali

Natale si avvicina e già dalla metà di novembre nei negozi si respira l’atmosfera natalizia:addobbi, lucine colorate e slogan di ogni tipo che cercano di convicerti agli acquisti di regali e altri oggetti indispensabili, dicono, al natale.
La domanda classica di questi tempi è: “Hai già pensato ai regali??”
Ma perché ci si deve pensare?
Dove sta scritto che a natale sia obbligatorio farsi i regali?
Bé, per una volta, si potrebbe anche pensare a festeggiare il natale senza regali no!?
Credo che il natale sia sempre magico anche senza i regali.
Noi lo abbiamo fatto in famiglia un natale senza regali e poi abbiamo ripetuto l’esperienza tra amici.
Sono state esperienze molto belle.
In famiglia tutto è iniziato addobbando le case in modo strepitoso.
Strepitoso sì ma non dispendioso eccessivamente.
Abbiamo curato i particolari e costruito diverse cose da soli.
L’albero di natale ad esempio era costituito da rami di pino presi dopo una potatura.
Gli addobbi dell’albero erano commestibili: biscottini fatti in casa, dolcini acquistati a poco prezzo.
Inoltre abbiamo essiccato fette di arancia e limone che poi abbiano arricchito con semini vari e tramite pezzettini di corda le abbiamo usate come decorazioni per l’albero.
Vi assicuro che i regali in questo modo passano in secondo piano perché ognuno di noi, nella cerchia famigliare o di amici, ha trovato estremamente gratificante impegnarsi in queste attività piuttosto che andare in cerca di regali.
La gioia poi di far vedere ciò che si era costruito agli altri, ripagava il fatto di non ricevere alcun regalo.
Stessa cosa per il presepe: anche se in quasi tutte le famiglie non mancano statuine e altri oggetti per completarlo, si è deciso di costruire qualcosa da soli.
Abbiamo fatto diverse casette con il polistirolo, creato fiumiciattoli con specchietti, e costruito la capanna con pezzi di compensato accuratamente tagliato.
Oltre a queste cose si è pensato ai complementi della tavola per il pranzo di natale ed è stato come se ognuno facesse un regalo agli altri perché ci siamo suddivisi i compiti: chi il centro tavola, chi i segnaposto, chi altro…..
Ogni cosa è stata costruita in casa acquistando poche materie prime.
Per il centrotavola si è preso un piatto da portata grande e dopo averlo spruzzato con la vernice oro, lo si è arricchito con poche cose ma senz’altro d’effetto.
Un mini presepe al centro, una candela a lato, un stella di natale a fianco per un risultato finale molto bello.
Per i segnaposti invece si è pensato di creare una candela.
Basta comprare della cera apposita,che si trova facilmente nei negozi specializzati in hobbystica, farla sciogliere a bagnomaria aggiungendo brillantini o qualsiasi altra cosa vi suggerisca la fantasia e farla colare in stampini, tipo quelli dei biscotti ed ecco della candele uniche, originali.
Un altro modo per festeggiare il natale senza regali è pensare quale sia il vero significato del natale: l’amore, il volersi bene che quando è puro, sincero, non ha bisogni di oggetti materiali per dimostrarlo, per tenerlo vivo!!
Credo che questo sia il vero natale e che si possa benissimo viverlo e festeggiarlo anche senza regali!!!

celebrare-il-natale-senza-regali

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>