Come carteggiare correttamente un mobile

La carteggiatura è una fase fondamentale nel restauro di un mobile antico, che consiste nell’eliminazione degli ultimi residui di vernice e permette di rendere liscia e uniforme la superficie, pronta per una nuova verniciatura.
Dovrete munirvi di una carta abrasiva, acquistabile in qualsiasi ferramenta, e di tanta pazienza.

 

Istruzioni

  1. Innanzitutto è necessario scegliere con accortezza il tipo di carta abrasiva da utilizzare; ogni tipologia è contrassegnata da un numero: numeri elevati indicano un tipo di carta a grana fine, numeri più bassi significano una tipologia più grossolana. Se il mobile è di valore, inoltre, è consigliabile evitare l'utilizzo di levigatrici meccaniche, che, in mani inesperte, rischierebbero di danneggiare l'opera.

  2. La carteggiatura deve essere effettuata con movimenti circolari che seguano le venature naturali del legno: in questo modo si prevengono eventuali graffi difficilmente occultabili.

  3. Se la superficie è piana, è possibile avvolgere la carta abrasiva attorno ad un pezzo di legno per facilitare il passaggio e uniformare la pressione; nel caso in cui invece la superficie sia irregolare, si può ricorrere ad una spugna, per far sì che la pressione si uniformi su tutto il profilo, oppure ad una bietta preformata che segua alla perfezione la sagoma del legno.

  4. Alla fine di ogni fase di carteggiatura è opportuno ripulire l'area dalla polvere con un aspiratore, e passare la superficie con un panno morbido umido, per catturare ogni traccia di materiale: in questo modo non si corre il rischio di scalfire il legno nella successiva fase.

  5. Ad ogni stadio di carteggiatura, la grana della carta abrasiva impiegata dovrebbe essere più fine: avvicinandosi al legno vivo è bene essere molto delicati e precisi nella lavorazione.

  6. Se la vostra intenzione è quella di applicare un nuovo stucco, è necessario carteggiare anche dopo la stuccatura; se invece vi limiterete a verniciare o lucidare la superficie, questa fase non andrà eseguita: in questo caso per eliminare le eventuali macchie che possono rivelarsi dopo la carteggiatura, si possono utilizzare spugnature di acqua ossigenata, e se questo risultasse inefficace, si può eventualmente tentare di sbiadirle con alcool o candeggina.

  7. A questo punto il vostro mobile sarà pronto per essere verniciato e lucidato.

carteggiare legno

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>