Cani aggressivi: come addestrarli

I cani sono animali sociali e come tali, hanno comportamenti complewssi che non bisogna sottovalutare né dare per scontati.

 

Capire l’aggressività del cane

L‘aggressività di un cane è un fattore importante da tenere sotto controllo per la sicurezza collettiva: ma per farlo è importante capire da cosa deriva e in che modo essa si manfesta e perché.

Esistono tantissimi tipi di aggressività, divisibili a seconda dell’oggetto dell’aggressività da parte del cane e della relazione che c’è tra i due soggetti ( cane – padrone, cane – cane, cane – cane che coabita, cane – estraneo, cane – cuccioli ). Insomma, non è semplice né molto proficuo generalizzare circa questo aspetto della psicologia canina.
Uno dei consigli migliori che può essere dato se un cane mostra una forte componente aggressiva è recarsi da un educatore professionista che correggerà il problema, attraverso una rieducazione anche psicologica dell’animale. Infatti è lì che si deve partire e non dare mai per scontato che la violenza risolva qualcosa: al contrario.

Il meccanismo principale che innesta l’aggressività nel cane non è legato tanto a quando si sente minacciato, ma a quando esso assume la posizione di leader anche sopra il padrone. Questo accade per tanto motivi che spesso non possiamo né prevedere né prevenire: magari siamo troppo concessivi, lo viziamo molto o il cane è portato ad essere così per motivi di razza ( ma badate, parlare di razze violente è un po’ una forzatura).
Questo significa che il cane tenterà in tutti i modi di gestire i rapporti che avrà con l’esterno: gestirà tempi, spazi e modalità di questi. Facciamo un esempio: il cane inizierà a decidere quando giocare con il padrone e come farlo. Richiamerà la sua attenzione abbaiando rumorosamente anche per motivi futili. Insomma, non accetterà a restare subordinato al padrone in nessun rapporto.

Cosa fare con un cane agressivo

Quando questo accade ed il cane è aggressivo, mostrando gestualità tipicamente connesse a questo comportamento ( digrigna i denti, rizza il pelo, abbaia e ringhia ) nel momento in cui il padrone cerca di ripristinare il comando ( anche semplicemente per negargli qualcosa da mangiare o per decidere quando e dove portarlo a fare i bisogni), si deve intervenire tentando di ristabilire la gerarchia che intercorre tra i due. Non con la forza, perché questa sarebbe solo per il cane una sfida, in cui farebbe di tutto per primeggiare per carattere, ma con il comportamento: se il cane vede che il padrone ha un’attitudine a comandare e lo rispetta, imparerà a rispettarlo a sua volta e a riconsocerlo come leader. Visto che il cane vede nella famiglia umana una specie di seguito di quello che è il branco, deve capire il suo ruolo di subordinato.
Per farlo, il cane deve avere bisogno del padrone: il padrone è colui da cui dipende la sua sopravvivenza e la sua vita stessa ( per il cibo, per i bisogni, etc.). Il padrone dal canto suo deve essere carismatico e non essere succube del cane. Occupare una posizione di comando, significa che dovrà sancire poche regole e imparare a comprendere attentamente i bisogni e le attenzioni che il cane richiede. Capire quando assecondarle e quando invece dover tenere il pugno di ferro e non cedere al cane.
Tutto questo è soprattutto studiato nei corsi di educazione cinofila, la vera soluzione al problema insomma.

cani-aggressivi-addestrarli

1 comment

Leave Comment
  1. Debora

    Salve volevo proporle il mio “problema”
    Ho un cane meticcio di circa 4anni che è con noi da quando aveva 3/4 mesi
    Nel frattempo sono cambiate un po’ di cose come un paio di traslochi e la nascita di nostra figlia
    È sempre stato in appartamento a parte una parentesi di 6 mesi che ho dovuto portarlo a stare dai miei genitori ed ha vissuto in giardino
    Premesso ciò, la situazione sta diventando un po’ ingestibile: abbaia fortemente al suono del campanello al bussare alla porta al sentire il postino, pendo che abbia definito “suo territorio” il posto sotto ai due letti di casa ovvero quando si rifugia lì è intoccabile e inguardabile ci ringhia e fa per attaccare, sono proibita passare aspirapolvere / scopa / mocho / swiffer o semplicemente spolverare con lui nella stanza
    Oltre ciò fuori tira al guinzaglio ed è aggressivo con gli altri cani
    Prima di dovermi rivolgere ad un educatore posso fare qualcosa io??
    Grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>